Enna Press

Testata giornalistica Online

Diritti, lavoro, contratto: i rider siciliani domani a confronto con i vertici nazionali Nidil e Filt e con la Cgil Sicilia

Diritti, lavoro, contratto: i rider siciliani domani a confronto con i vertici nazionali Nidil e Filt e con la Cgil Sicilia

Palermo, 24 mag- “Diritti, lavoro, contratto”: i rider siciliani ne parlano con i vertici nazionali di Nidil Cgil e Filt che hanno seguito la vertenza che ha portato all’ accordo con Just Eat, e con la Cgil Sicilia. L’accordo in questione, il primo in Italia, prevede un modello organizzativo basato su quello del lavoro subordinato e sul contratto della logistica. L’iniziativa è in programma domani alle 9.30 sulla piattaforma Go to meeting. “Sarà un momento di confronto con i lavoratori”, dice Andrea Gattuso, coordinatore del Nidil Cgil Sicilia. “Intendiamo ascoltare la loro voce e allo stesso tempo informare sullo stato della vertenza che li riguarda e costruire, a partire dal territorio, iniziative e percorsi per migliorare le condizioni di lavoro”. In Sicilia ci sono oggi circa 2.000 rider concentrati nelle città metropolitane dove sono presenti le piattaforme multinazionali del food delivery e tante imprese locali che durante la pandemia hanno visto aumentare il loro volume di affari. All’iniziativa di domani interverranno tra gli altri il segretario nazionale del Nidil, Andrea Borghesi, il segretario generale della Filt Sicilia, Franco Spanò, il coordinatore del Nidil Sicilia Andrea Gattuso. Inoltre, Giuseppe Ferrito, segretario Filt Sicilia, Cecilia Casula, responsabile del centro studi della Filt Cgil nazionale, Michele De Rose, segretario nazionale Filt Cgil . Per le conclusioni interverrà il segretario generale della Cgil Sicilia, Alfio Mannino.

Visite: 31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *