Enna Press

Testata giornalistica Online

Rally: TROFEO DELLE MERENDE, PROJECT TEAM A DUE PUNTE

TROFEO DELLE MERENDE, PROJECT TEAM A DUE PUNTE

Al via del rally piemontese per scopi benefici, i due equipaggi portacolori

Craviotto – Piccinini (Skoda Fabia R5) e Lanza – Pozzi (Peugeot 106)

Santo Stefano Belbo (Cn), 14 ottobre 2020 – Motorsport e beneficenza. Questo il tradizionale binomio offerto dal Rally “Trofeo delle Merende”, in programma il prossimo fine settimana nel Cuneese e nell’Astigiano, che vedrà al via, tra i tanti, anche l’esperto pilota genovese Davide Craviotto. Il portacolori della scuderia Project Team, sempre in coppia col fido Fabrizio Piccinini, per l’occasione si presenterà al volante della Skoda Fabia R5 “fregiata” By Bianchi con un duplice obiettivo: sostenere la fondazione “Io vinco nella ricerca”, impegnata nella lotta alla fibrosi cistica, e proseguire l’”apprendistato” con la performante vettura ceca.

«Dopo l’annullamento del ‘Sanremo Leggenda’, si è verificata la possibilità di recuperare l’impegno con la Fabia ed ho fatto in modo di non farmela sfuggire» – ha spiegato Craviotto alla vigilia – «Vivrò l’appuntamento come una grande festa tra amici, più che felice di dare il mio contributo per nobili scopi benefici. In quanto all’aspetto prettamente agonistico-sportivo, ovvio che vi sia la voglia di portare a casa un buon risultato, ma fare più chilometri possibile con l’auto per approfondirne la conoscenza avrà certamente la priorità, visto che si tratterà della mia sola terza esperienza in ‘carriera’ con una ‘R5’ (dopo i due unici precedenti maturati alle edizioni 2019 e 2020 del casalingo Rally della Lanterna ndr)».

Al rientro dopo un tribolato “Lanterna”, sarà della partita, altresì, l’altro portacolori ligure Gabriele Lanza, alla guida della Peugeot 106 di Gruppo N curata dalla World Motors e coadiuvato alle note da Alessandro Pozzi. La manifestazione, in scena domenica 18 ottobre, sarà articolata sue sei prove speciali; saranno, invece, 53,34 i chilometri interessati dal cronometro.

Visite: 52

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *