Enna Press

Testata giornalistica Online

Il segretario provinciale del Pd ennese Vittorio Di Gangi sull'elezione a segretario regionale di Antony Barbagallo

Antony Barbagallo è il nuovo Segretario Regionale del Partito Democratico siciliano. A lui va l’augurio di buon lavoro di tutta la Federazione Provinciale ennese.
All’inizio di marzo, a causa dell’emergenza Coronavirus, era stata interrotta la fase congressuale del partito regionale ma, nonostante le difficoltà, si è continuato a lavorare per ritrovare uno spirito unitario che oggi si concretizza con la convergenza di tutti sul nome di Antony Barbagallo.
In un momento così difficile, il ritiro della candidatura di Antonio Ferrante, che ho avuto modo di ringraziare per il nobile gesto, consente ai Democratici di unirsi attorno ad un progetto comune di riscatto e sviluppo della nostra amata Sicilia.
Questa è la giusta risposta di chi cerca di unire e di aggregare forze progressiste e che vedono la Sicilia come punto di riferimento dei Paesi del Mediterraneo, sempre aperti al dialogo, all’accoglienza e alla solidarietà, mettendo sempre al centro dell’agire politico il rispetto delle persone, indipendentemente dal colore della loro pelle e dal loro credo religioso.
Mentre il PD si stringe attorno ai siciliani Musumeci, affidando l’assessorato all’Identità Siciliana a un rappresentante della Lega di Matteo Salvini, li tradisce e li divide.
I siciliani non dimenticano chi da sempre li ha offesi e umiliati, chi definisce «neo-terrorista» Silvia Romano, la cooperante liberata dopo 535 giorni di prigionia tra Kenya e Somalia, dopo che la stessa ha dichiarato la sua conversione all’islam. Di certo non c’è d’andarne fieri.
Il PD sia a livello regionale che a livello locale, è impegnato a costruire un campo largo di alleanze tra tutte quelle forze politiche e rappresentanti della società civile che sono alternative ai principi e all’ideologia di questa destra populista e intollerante.
Il Segretario Provinciale
(Vittorio Di Gangi)

Visite: 13