Enna Press

Testata giornalistica Online

Finanza: un calcio al calcio – di Alberto Dottore

Finanza: un calcio al calcio
Sono solito scrivere qualcosa inerente i mercati finanziari ogni fine settimana, ma questa volta lo faccio prima perché voglio esprimere il mio parere su questa vicenda della superlega.
Chi mi conosce sa benissimo che da sempre sono uno sportivo avendo giocato sia a calcio che a tennis, sono anche simpatizzante juventino ed ho sempre difeso le scelte della famiglia Agnelli, ma sono anche un Consulente Finanziario abituato ad avere a che fare coi numeri ogni giorno.
Tutto ciò mi porterebbe ad approvare la scelta delle squadre che hanno deciso di formare questa superlega che, a quanto pare, vedrà la partecipazione delle stesse più altre 5 o 8 invitate tipo wild card tennistica. In pratica non sarebbe più possibile vedere squadre come l’Atalanta o la Fiorentina accedere all’olimpo del calcio europeo.
Tutto questo mette da parte il merito sportivo ed enfatizza, se ancora ce ne fosse di bisogno, il dio denaro.
Sono qui ad esprimere il mio più assoluto dissenso e dico che se qualcuno durante questi ultimi anni non ha saputo gestire le finanze della propria società deve allora mettersi da parte anziché cercare probabili entrate che comunque finirirebbero per fare altri danni nel prossimo futuro.
Penso ci sia pure il metodo per opporsi a questo tipo di scelte, cosi come accaduto il mese scorso in America dove un cospicuo numero di piccoli investitori si sono messi d’accordo contro i colossi istituzionali riuscendo a salvare una società come Gamestop, basterebbe, in questo caso, non guardare le partite in tv.

Visite: 128

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *