Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna, al via pulizia muro di cinta del Castello di Lombardia

Un intervento di restyling sia estetico che di sicurezza. E quello che inizia oggi al Castello di Lombardia dove si interverrà per la pulizia delle erbe parietali che coprono parte dei muri di cinta dell’imponente maniero simbolo della città. L’attività di pulizia è stata prevista con delle risorse interne al bilancio visto che quelle che dovrebbero arrivare dalla Regione per altri interventi al Castello tardano ad arrivare. “Domani (oggi per chi legge ndr) si inizierà questa attività – commenta l’assessore ai Beni Culturali Francesco Colianni – importante sia per un fatto prettamente estetico ma ancor di più ai fini della sicurezza perché propedeutico ad evitare possibili problemi futuri alle stesse mura”. Ma un altro e non meno importante intervento previsto ma questa volta all’interno riguarda la risistemazione delle “stanze reali”. “Siamo pronti per iniziare – continua Colianni – ma purtroppo il trasferimento delle risorse regionali tarda. Ma siamo fiduciosi che tutto sarà risolto in breve tempo”. Quindi considerando che il Castello su cui il Comune sta investendo non poco, rimane il sito di maggiore attrazione turistica con non meno di 50 mila presenze annue, Colianni sta da tempo puntando ad ampliare l’offerta turistica che ad oggi prevede anche la Torre di Federico, il Sacrario dei Caduti nella chiesa di Santa Chiara e il Santuario di Papardura, con altre iniziative come un Tour tra le dimore private di interesse storico presenti sul territorio comunale. Ed a quanto pare ad oggi sono già 8 i privati che hanno risposto alla manifestazione d’interesse pubblicata circa un mese fa dal Comune che intende coinvolgere i proprietari di queste residenze in una esperienza di progettazione turistica. Una vera novità nel panorama turistico non solo locale con una sinergia tra il pubblico in questo caso il Comune che coordinerà l’attività ed il privato che metterà a disposizione i siti.

Visite: 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *