Enna Press

Testata giornalistica Online

EMERGENZA COVID-19 – REDDITO DI EMERGENZA: REm

Informazioni gentilmente concesse dall’esperta in politiche del lavoro Serena Schillirò
EMERGENZA COVID-19 – REDDITO DI EMERGENZA: REm
Come preannunciato qualche settimana fa il Decreto Rilancio ha introdotto il #Reddito di #Emergenza. Tale misura di sostegno al reddito è rivolta ai nuclei familiari in difficoltà economiche a causa dell’Emergenza Covid-19, che non hanno fruito dei Bonus (Autonomi, Imprese, Professionisti, Co.co.co, stagionali, ecc) o Ammortizzatori sociali (CigO, CigD, Fis, FSBA, ecc) previsti dal Decreto Cura Italia, e prevede l’erogazione di un contributo per 2 mensilità a partire da Maggio 2020.
#Requisiti per accedere al #Reddito di #emergenza
Il Reddito di emergenza spetta ai nuclei familiari che soddisfino, contemporaneamente, i seguenti requisiti:
il richiedente deve risultare residente in Italia;
avere un reddito familiare complessivo, con riferimento al mese di aprile 2020, inferiore all’importo che viene riconosciuto come REm e che varia in base al numero di componenti del nucleo familiare;
ISEE del nucleo inferiore a 15.000 euro;
essere in possesso di un patrimonio mobiliare familiare del 2019 di valore inferiore a 10.000 euro, cui si sommano 5.000 euro per ogni componente successivo al primo entro un massimo complessivo di 20.000 euro. In caso di presenta all’interno del nucleo di un soggetto definito come disabile grave o non autosufficiente (secondo i criteri ISEE) il valore massimo viene innalzato a 25.000 euro.
#Esclusi dal #Reddito di #Emergenza
Trattandosi di un sussidio per far fronte alle esigenze delle famiglie che a seguito dell’emergenza Covid-19 stanno affrontando un momento di difficoltà economica, e non abbiano potuto fruire di altre indennità sono esclusi:
i titolari di pensione diretta o indiretta (ad esclusione dell’invalidità);
i lavoratori dipendenti con retribuzione lorda superiore all’importo del REm;
i percettori del Reddito di Cittadinanza;
i detenuti;
chi è ricoverato in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica.
#Importo Reddito di Emergenza
Il Reddito di emergenza può variare, a seconda delle condizioni del nucleo familiare, da 400 a 840 euro.
Il valore di base del Reddito di Emergenza è 400 euro moltiplicato per il parametro della scala di equivalenza ISEE che assegna un valore a ogni composizione familiare, fino ad un massimo di 800 euro a nucleo familiare, che sale ad 840 euro in caso di presenza di un componente in condizioni di disabilità grave. Il REm viene erogato in due quote di pari importo.
#Domanda / #Richiesta Reddito di Emergenza
La domanda deve essere inviata entro la fine di giugno 2020 all’INPS, anche avvalendosi dell’assistenza di CAF e patronati, utilizzando i modelli e le modalità che verranno comunicate nei prossimi giorni.
La tempistica di approvazione ed erogazione dovrà tenere conto del numero di istanze che verranno presentate e dei tempi di gestione da parte dell’INPS che sta provvedendo contestualmente ad erogare tutte le altre indennità previste dal Cura Italia.

Visite: 59