Enna Press

Testata giornalistica Online

Visto che l'esodo continua, CittadinanzAttiva si rivolge ai siciliani provenienti dal Nord

Visto che l’esodo continua, CittadinanzAttiva si rivolge ai siciliani provenienti dal Nord
L’appello “Se amate la Sicilia, questo è il momento di dimostrarlo”
Se amate la Sicilia, questo è il momento di dimostrarlo. L’appello inviato ai siciliani da Cittadinanzattiva – Tribunale dei Diritti del Malato di Licata, cittadina dell’estremo Sud dell’Italia, le notizie confuse che arrivano dai media nazionali, hanno fatto preoccupare i volontari: Riccardo Cipriano Coordinatore dell’Assemblea Territoriale e Maria Grazia Cimino Vicesegretario Regionale di Cittadinanzattiva Sicilia.
Malgrado i decreti, che sulla carta vietano gli spostamenti da Comune a Comune, a Messina gli sbarchi sono consistenti e si prevede continueranno, viste le prossime festività pasquali. Tutti hanno giustificati motivi, la porta della Sicilia è rimasta socchiusa e in questi ultimi giorni, gli arrivi in auto e pullman stanno aumentando e suscitano preoccupazioni e forti tensioni.
Anche da parte nostra preme ricordare, per chiunque intenda rientrare in Sicilia: l’obbligo della registrazione su apposito modulo e della comunicazione alle autorità competenti (Regione, Medico di famiglia, Asp e Comune), che impongono al loro arrivo il rispetto della quarantena e dell’autoisolamento in ambienti separati dal resto della famiglia e ove ciò non fosse possibile, c’è l’obbligo dell’autoisolamento per tutto il nucleo familiare.
Da evitare baci e abbracci agli arrivi e soprattutto le visite ai genitori e nonni, in poche parole si chiede il rispetto dei Decreti e delle Ordinanze Sindacali. Ricordiamoci, che per limitare la pandemia e circoscrivere i contagi, ci viene chiesto il sacrificio, di restare a casa mentre altri questo non lo possono fare, perché impegnati a prendersi cura di noi.

Visite: 15