Enna Press

Testata giornalistica Online

La BMW in pole position a Pergusa

La BMW in pole position a Pergusa

Nel sabato che ha segnato il ritorno degli ACI Racing Weekend e di tanti campioni in Sicilia, Comandini, Spengler e Zug sulla M6 GT3 del team Ceccato Racing hanno conquistato la partenza al palo per le tre ore di gara del Tricolore GT Endurance, che scatta domenica alle 11.00 con diretta su ACI Sport TV (Sky 228). Protagonisti in prova anche Pollini nel Campionato Italiano Sport Prototipi e Azzoli nella Smart e-Cup che completano il programma della giornata.
Il presidente Sgrò: “Da qui la vera rinascita dell’Autodromo”

Enna, 22 maggio 2021. Il “primo tempo” dello spettacolo è andato in scena nel sabato dell’Autodromo di Pergusa con meteo perfetto e agonismo al limite nelle prove ufficiali dei Campionati Italiani che hanno deciso le griglie di partenza per il gala di domani (domenica 23 maggio). Il circuito siciliano è tornato a ospitare il meglio dell’automobilismo tricolore con le serie GT Endurance, Sport Prototipi ed Energie Alternative e i tanti campioni e protagonisti nazionali e internazionali in lotta per il titolo. Con in palio il 1° Trofeo Città di Enna e la lunga diretta su ACI Sport TV (canale 228 di Sky), streaming e facebook, la domenica di Pergusa sarà inaugurata alle 9.00 con la gara 1 del Campionato Italiano Sport Prototipi, con Giacomo Pollini in pole position: 1’39”435 il tempo del campione in carica a guidare il gruppo delle Wolf GB08 Thunder motorizzate Aprilia. Gara 2 è in programma nel pomeriggio alle 14.40. Due gare anche per la Smart EQ Fortwo e-Cup valida per il Tricolore Energie Alternative: primo semaforo alle 10.00 con Riccardo Azzoli-che si schiera davanti a tutti (2’23”803 il suo giro in qualifica sui 4950 metri del tracciato) e replica in gara 2 alle 15.40. Alle 11.00 il clou delle tre ore di gara del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. Pole position per Stefano Comandini, Bruno Spengler e Marius Zug in equipaggio sulla BMW M6 GT3 del team Ceccato Racing con il crono totale di 4’43”534. Prima della partenza sarà intonato l’inno nazionale dalla cantante siciliana Angela Nobile alla presenza di Giancarlo Cancelleri sottosegretario ai Trasporti e Infrastrutture nel Governo nazionale, rappresentanti della Regione, sindaco di Enna Maurizio Dipietro, autorità militari, i titolari del gruppo Di Martino e del Gruppo Arena e il presidente dell’Ente Autodromo Mario Sgrò, che ha dichiarato: “Questa è la vera rinascita di Pergusa, questo sole, questo modo di vivere l’autodromo in una location unica. Stiamo cercando di trasmettere il dna del popolo siciliano, quello della cultura turistica, sportiva, motoristica e dell’accoglienza, a quello che è un mondo che ha tentato di dimenticare questo nostro meraviglioso impianto. Stiamo cercando di avvicinare la Sicilia all’Europa e di questo siamo grati a tutti coloro che attraverso la visita ci sponsorizzano. Pergusa ritornerà a occupare il ruolo che le compete”.

Nella gara del GT Italiano, al fianco della BMW del pilota romano Comandini, dal già campione DTM Splenger e dal 18enne tedesco Zug, sulla griglia di partenza si posizionerà in prima fila la Ferrari 488 Evo del team Easy Race al volante della quale si alternano Luca Filippi, Fabrizio Crestani e Matteo Greco, staccati in qualifica di appena 6 decimi nella somma dei tre tempi. Questo il commento finale dell’equipaggio BMW dopo la pole position: “Abbiamo migliorato durante tutta la giornata, è un nuovo tracciato e quindi abbiamo dovuto imparare tanto. E’ una sfida probante, in particolare la esse Schumacher. Grazie al team, è un buon risultato e abbiamo un’ottima macchina per la gara di domani, pronti a lottare”. In seconda fila l’equipaggio di Audi Sport Italia sulla R8 LMS formato da Mattia Drudi, Lorenzo Ferrari e Riccardo Agostini e la Lamborghini Huracan GT3 by Imperiale Racing con Andrea Amici, Alberto dI Folco e Stuart Middleton alla guida. Alle loro spalle la prima Ferrari di AF Corse con Simon Mann e Matteo Cressoni, i migliori della classe Pro-Am, e la seconda Audi, condotta da Vito Postiglione, Filip Salaquarda e Karol Basz. Settimo tempo generale per la Ferrari della Scuderia Baldini 27 con Stefano Gai, Giancarlo Fisichella e Daniel Zampieri, mentre ottavi sono Antonio Fuoco, Sean Hudspeth e la giovane driver tedesca Carrie Schreiner con l’altra “rossa” by AF Corse. Top-10 completata dalla 488 del Cavallino di Kessel Racing per lo statunitense Steve Earle e il sudafricano David Perel e dalla Lambo di LP Racing per Angelo Negro, Pietro Perolini e Lorenzo Veglia.

Sarà accesa anche la domenica del Campionato Italiano Sport Prototipi. Gara 1 ha l’anteprima della prima fila con il sopracitato Giacomo Pollini e Danny Molinaro, a sua volta vicecampione 2020 e che era stato il migliore nelle prove libere di giornata che precedevano le qualifiche, nelle quali ha invece sofferto qualche noia tecnica. Per Pollini un guizzo in prova che vale dunque la pole position: “Dovevo imparare un po’ la pista, è la prima volta che giravamo qui e non è certamente semplice. Unica cosa mi si è spenta la macchina proprio sul finale delle qualifiche, però il tempo fatto in precedenza è buono ed è bastato”. A seguire i due grandi protagonisti della scorsa stagione, dalla seconda fila cercheranno l’attacco Matteo Pollini e Filippo Lazzaroni, che a loro volta hanno preceduto lo spagnolo Ruiz Fidel Castillo, Mirko Zanardini, Rocco Mazzola, al top fra i rookie, Davide Uboldi e l’agrigentino di Ribera Giuseppe Termine. In ottava fila si schiererà invece il padrone di casa Alessio Salvaggio. Appena 17enne, il pilota ennese doc ha commentato in vista delle gare: “Le qualifiche sono state molto impegnative, era anche la prima volta che montavo gomma nuova. Ora per le due corse prevedo grandi battaglie, soprattutto là davanti, il nostro obiettivo sarà cercare di migliorarci facendo massima attenzione alle insidie di un circuito così veloce”.

Visite: 121

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *