Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna: Open Days Garage: RI | CONNESSIONI 11-17-18 giugno 2021 Laboratori di Teatro Danza e Scenogravia Video

l Garage Arts Platform, in collaborazione con la compagnia di danza SBAM Dance Connection (Valguarnera Caropepe) e con lo studio creativo Pixel Shapes (Ragusa, Enna), apre a giugno le proprie porte all’esperienza formativa artistica e sperimentale nell’ambito del Teatrodanza e della Scenografia Video con giornate aperte a tutti gli interessati.

RI | CONNESSIONI
LABORATORI DI TEATRO DANZA & SCENOGRAFIA VIDEO

Programma
– venerdì 11 giugno 2021 (ingresso libero con tessera)
ore 16-18 Teatrodanza con Melissa Zuccalà/SBAM Dance Connection
ore 18-20 presentazione Scenografia Video con Simone Scarpello/PIXEL SHAPES

– giovedì 17 + venerdì 18 giugno 2021 ore 16-19 (15 euro con tessera)
Laboratorio di Teatrodanza con Melissa Zuccalà (6 ore totali)

Durante l’open day dell’11 giugno sarà possibile entrare in contatto con istruttrici e istruttori, le loro materie, conoscere l’approccio, gli strumenti, le tecniche fondanti e gli obiettivi dei laboratori che a partire da ottobre 2021 si terranno al garage con regolarità.

Il 17 e il 18 giugno si terranno due pomeriggi interamente dedicati alla danza contemporanea e al Teatrodanza con Melissa Zuccalà, assaggio pratico e preparatorio al laboratorio che partirà dopo l’estate: per chiunque sia incuriosito dalla pratica della danza contemporanea e voglia accostarsi alla materia con una prova senza impegno.

Dettagli sui laboratori

LABORATORIO DI TEATRO DANZA
con Melissa Zuccalà – SBAM Dance Connection

Un momento dedicato a danzatori e danzatrici, attori, attrici e appassionati del movimento in tutte le sue forme. Il periodo della pandemia ha certamente appesantito il nostro essere e la fobia del distanziamento sociale ha offuscato il rapporto più importante: quello con noi stessi.
Ricerchiamo il piacere della nostra presenza attraverso la sensazione del corpo in movimento. Un momento in cui ritrovare il piacere di essere in contatto con il proprio essere per captarne anima ed essenza attraverso il movimento puro.

Il teatrodanza non è un genere del balletto né una corrente vera e propria, ma si è contraddistinto come un fenomeno alquanto complesso della coreografia del Novecento, affermatosi nella Germania occidentale ai principi degli anni settanta, specie ad opera dei cinque antesignani del Tanztheater tedesco: Pina Bausch (la più nota esponente del gruppo), Reinhild Hoffmann, Susanne Linke, Gerhard Bohner e Johann Kresnik. Con il termine Tanztheater si intende principalmente una diramazione nell’ambito della danza moderna dell’espressionismo tedesco degli anni trenta, la cui poetica risale alle teorie di Rudolf von Laban e alle danze della sua allieva Mary Wigman. In esso vengono innestati elementi propri della danza non accademica d’inizio secolo, ovvero della danza moderna, della danza libera e talvolta del mimo e del cabaret. Il riferimento al teatro si rivolge perciò solo in apparenza alla “dimensione teatrale” della danza che è propria del balletto romantico. Si tratta, al contrario, del recupero di una dimensione primordiale del rapporto tra gesto e azione e tra gesto e parola. Il teatrodanza, perciò, è una forma di danza spesso allegorica, che fa uso di simboli, fortemente animata dalla fusione tra teatro e arti figurative, e dove l’elemento narrativo è trattato in modo particolare, antinaturalistico. Il fenomeno si è subito caratterizzato come un movimento estremamente composito e libero sul piano linguistico, oltre che per un certo intrinseco eclettismo.

Il laboratorio è diretto da Melissa Zuccalà, fondatrice nel 2017 della compagnia di danza contemporanea SBAM Dance Connection. Melissa ha insegnato dal 2003 danza classica accademica e moderna presso il centro di formazione Sicily Ballet School ed ha partecipato come borsista ai seminari di aggiornamento per insegnanti presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e presso la National Ballet School di Tirana. Ha diretto nel 2017 e 2018 il dipartimento di danza contemporanea del centro PAS performing arts studios di Piazza Armerina. Insegna in numerose scuole come docente di danza contemporanea e tiene laboratori coreografici e stage. Dal 2019 si dedica in maniera indipendente al lavoro di
docente di danza contemporanea e coreografia per i corsi avanzati e i centri di formazione professionale.

LABORATORIO DI SCENOGRAFIA VIDEO
con Simone Scarpello / Pixel Shapes

L’utilizzo della luce, della videoproiezione e delle tecnologie digitali applicate allo spazio scenico è sempre più richiesto e apre le strade a diverse e innovative soluzioni scenografiche, diventando spesso un valore aggiunto alla drammaturgia e alla scena.Il corso di scenografia video è rivolto alla formazione di tecnici che siano in grado di affrontare le esigenze di un progetto scenografico e di gestire creativamente lo spazio scenico usando con competenza i linguaggi visivi della tradizione e quelli più autonomi e innovativi introdotti dalle nuove tecnologie. La formazione verrà declinata in un percorso integrato, tra basi teoriche e tecniche della Scenografia Virtuale (con riferimento all’illuminotecnica, alla tecnologia video e alla tecnologia multimediale). Lo scopo finale del corso è fornire le basi dell’approfondimento professionale e della conoscenza tecnica per ideare, progettare e creare nuove video-scenografie.

Il laboratorio di Scenografia Video è diretto da Simone Scarpello, cofondatore di Pixel Shapes, studio creativo italiano che lavora da diversi anni nel mondo del teatro e in occasione di grandi eventi in Italia e in Europa, specializzato in Stage Design per spettacoli teatrali, Video Mapping Architetturali,Installazioni Audio Video e Performance Live. Il collettivo video Pixel Shapes promuove la sperimentazione e la ricerca applicate all’arte e alla cultura contemporanea, intese come veicoli di coinvolgimento e partecipazione attiva del pubblico,dando priorità alla valorizzazione e riappropriazione del territorio, in un orizzonte di continue collaborazioni come realtà nazionali ed internazionali. Pixel Shapes ha indirizzato sempre più la propria ricerca in ambito multimediale, audiovisivo e interattivo, realizzando e promuovendo manifestazioni, installazioni, performance e audiovisual 3D mapping che pongono particolare accento sullo stretto rapporto tra arti visive, eccellenze architettoniche, contesti culturali e riferimenti storici.

Capienza limitata, prenotazioni e info:
garage.enna@gmail.com
whatsapp 340 9655369 (Claudio)

Visitatori e visitatrici si impegnano ad indossare la mascherina sia all’interno che all’esterno dello spazio ed a rispettare le norme igieniche.

Link per scaricare e compilare la domanda di adesione all’associazione da far pervenire compilata all’email garage.enna@gmail.com o da consegnare all’ingresso:
https://drive.google.com/file/d/1tNhZ7DbIGh41iru046jWTQtinKQPZpCQ/view

Visite: 169

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *