Enna Press

Testata giornalistica Online

CNA:. “#apriresipuò. Le imprese della ristorazione vogliono lavorare, dare certezze”

CNA:. “#apriresipuò. Le imprese della ristorazione vogliono lavorare, dare certezze”

Enna 11/02/2021 – Lunedì in tutte le principali città dell’isola, CNA consegnerà ai Sindaci e ai presidenti del consiglio un documento sullo stato del settore e le rivendicazioni necessarie per provare a garantire la sopravvivenza del settore.

L’iniziativa nata sotto l’hastag #apriresipuò vuole raggiungere al più presto alcuni obiettivi tra cui la riapertura celere e nelle migliori condizioni anche a seguito di alcune autorevoli dichiarazioni che vanno nella direzione del mantenimento della zona arancione.

“Le imprese vogliono tornare a lavorare, vogliono aiuti e certezze. Assistono invece al balletto delle riaperture senza rendersi conto che ogni volta che si riapre e si richiude le attività subiscono enormi danni. A questo proposito occorre fare tutto ciò che è necessario per essere zona gialla.” – Così dichiara il Presidente di CNA Filippo Scivoli – “Già le condizioni di sopravvivenza in zona gialla sono proibitive e chiediamo a gran voce piccoli aggiustamenti che possono fare la differenza. D’altra parte oramai assistiamo a trucchi ed escamotage di ogni sorta che aggirano le regole e creano condizioni di rischio contagio.”

“Chiediamo ai Sindaci e agli amministratori locali che hanno rappresentato un’interlocutore costante durante la crisi, di farsi carico di una questione che rischia di azzerare pezzi importanti delle economie locali. – dichiarano i ristoratori aderenti a CNA – I ristori non bastano più, la filiera dell’agroalimentare sta risentendo delle chiusure dei ristoranti a valle e serve uno shock di liquidità per dare ossigeno alla filiera. Sono rimasti in sospeso aiuti finanziari, norme e tante, troppe questioni che determinano la sopravvivenza del settore, come ad esempio il paradosso della TARI che paghiamo da chiusi nella misura di chi è tra i massimi produttori di rifiuti.”

“Questo settore assieme a quello del Turismo sono i più colpiti, e rappresentano nelle economie locali i settori che avevoano registrato una maggiore vitalità. – conclude il Presidente di CNA Scivoli – Servono provvedimenti efficaci, certi e celeri. A partire da una riapertura anche nelle ore serali.”

Visite: 136

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *