Enna Press

Testata giornalistica Online

WeStart in aiuto delle imprese agroalimentari siciliane

WeStart, incubatore di Start-Up, condivide l’allarme lanciato dalla CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) di Trapani, circa una settimana fa, sulla grave situazione economica in cui versa il comparto agroalimentare siciliano.

La CNA Sicilia ha redatto, alcuni giorni fa, in collaborazione con alcuni comuni, il documento: “Piattaforma Filiera Agroalimentare, Sicilia Next 2021”, una proposta operativa di sostegno e rilancio dell’intero comparto agroalimentare, presentandola successivamente al governo regionale.

La pessima condizione in cui versa il settore agroalimentare e turistico-ricettivo della Sicilia, il cui esito non è ancora prevedibile, induce, secondo Francesco Cicala, segretario provinciale della CNA di Trapani, a chiedere alla Regione Sicilia di destinare le giuste somme alle imprese fortemente danneggiate dalle restrizioni, nella Finanziaria in corso di approvazione.

In merito all’allarme lanciato da CNA Sicilia, WeStart comunica che ha già individuato e tracciato un percorso di accelerazione per la ripresa dei settori del Food dell’Hospitality nell’isola, attraverso l’organizzazione di eventi come WeBuild Experience, svolto alla fine del gennaio scorso. Si è trattato in pratica di un “Hackathon” (maratona on line), il cui scopo era la promozione e la ricerca di soluzioni innovative per il rilancio del turismo e dell’enogastronomia in Sicilia.

Il percorso di accelerazione delle imprese agroalimentari e delle strutture turistico-ricettive della Sicilia, individuato da WeStart, prosegue e si articola, anche su altre direzioni. La sinergia di professionisti in diversi settori, presente in WeStart, infatti, permette di lavorare in team per la singola impresa agricola o turistica, e accelerarne la ripresa nei campi digital, finanziario e dell’internazionalizzazione. A questo aspetto va aggiunta, inoltre, la consulenza sulle misure economiche attualmente vigenti e quelle che si prospetteranno con la nuova programmazione 2021/2027. Westart ha iniziato, altresì, il percorso: “Tutti per uno”, iniziativa che vede al centro la comunità, e che consiste in un progetto di sviluppo economico, riguardante i singoli enti comunali, ma che si ripercuote positivamente su tutti gli abitanti.

La ricerca di una soluzione per porre rimedio alla crisi dell’economia siciliana, duramente colpita dalla pandemia da Covid-19, assume un’ importanza fondamentale. Da un’analisi dello Studio Temporary Manager spa, società specializzata in servizi di temporary management al fianco delle aziende in difficoltà, risulta che il 43% delle aziende siciliane sono a rischio, un dato molto elevato, se si pensa che la media italiana è del 36%. Anche i dati sul PIL dicono molto: nel 2019 il tasso di crescita era pari a zero, mentre per il 2020 il calo è stato del 6,9%, minore della media nazionale, ma comunque molto preoccupante, soprattutto considerando che per il 2021 è previsto un lieve recupero del PIL del 0,7%, troppo risicato per considerarlo un vero miglioramento.

È necessario quindi prodigarsi per attuare una fase di rilancio delle imprese siciliane, soprattutto quelle operanti nei settori principali: l’agroalimentare e il turismo.

Per superare il problema, l’unica strada intravista è la discontinuità con il passato, guardando indietro con il giusto senso critico, e volgendo lo sguardo al futuro, in modo da non rifare i medesimi errori; allo stesso tempo, bisogna avere il coraggio di innovare, trovare una nuova strada, cercare dei percorsi alternativi.

Un’ottica di ragionamento che WeStart, condivide e avvalora, con lo spirito dettato dalla propria Mission, orientata allo sviluppo e al rilancio del tessuto economico mediante la valorizzazione delle molteplici risorse della Sicilia, proponendosi come “Acceleratore Territoriale”.

Visite: 82

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *