Enna Press

Testata giornalistica Online

Ripresa delle attività economiche a Enna: avanti adagio

Il lavoro non è stato quello di prima. Ma pensavamo peggio, anche se in giro c’è poca liquidita. Della serie “eppur si muove”. E’ questo in sintesi il commento di una quindicina di imprenditori ennesi nel campo della ristorazione, gastronomia, pasticcerie, pubblici esercizi che da circa una settimana hanno rialzato la saracinesca. Una accensione dei motori a basso regime quello che si è sentito, ma ad ogni modo c’è tanta voglia di rimettersi in gioco in vista dei mesi estivi anche con iniziative e novità. Se poi arriveranno anche incentivi da parte degli enti locali come il suolo pubblico gratuito e altre che sono in fase di studio, il coraggio e la voglia di andare avanti aumenta. Ma su tutti ormai regna la convinzione che ormai c’è un tempo “Prima del Covid” e “Dopo il Covid”. Certo poi in base alla tipologia di attività i commenti possono essere diversi. Ma è chiaro che tra tutti regna la voglia di guardare avanti. Alcuni locali ad esempio malgrado ci sia la possibilità di poter aprire al pubblico regolarmente hanno fatto la scelta di farlo solo nei fine settimana dove per adesso si concentra la maggiore possibilità che si lavori in sala. Negli altri giorni continuano con le consegne a domicilio o asporto. C’è chi invece ammette che anche in questo momento difficile “grazie a Dio non mi lamento anche se non sono i tempi di alcuni mesi fa”. Ma per tutti però il problema principale è che in giro al momento poca liquidità, sia perché ancora per tanti sono arrivati gli incentivi dello stato sia perché tra quelli che ad esempio a “stipendio fisso”, c’è tanto timore ed incertezza sul domani. Qualcosa di più chiaro lo si potrà capire nelle prossime settimane.

Visite: 78