Enna Press

Testata giornalistica Online

Maratonina dei Nebrodi: successi di Antonino Lollo e Maria Grazia Bilello

Maratonina dei Nebrodi: successi di Antonino Lollo e Maria Grazia Bilello
La manifestazione ha aperto la 19a edizione del Grand Prix di mezze maratone. Ottima l’organizzazione a firma Atletica Nebrodi del presidente Rosalba Ravì Pinto
Sant’Agata di Militello (Me). Prove tecniche di primavera a Sant’Agata di Militello dove oggi è andata in scena la settima edizione della Maratonina dei Nebrodi – “Memorial Finanziere Maurizio Gorgone – Vittima del Dovere”. A vincere è stato Antonino Lollo, tesserato per l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter, messinese di Campofelice di Fitalia, da anni trapiantato a Bergamo. L’atleta, lo scorso anno primo alla mezza maratona in notturna di Capo d’Orlando, l’Half Marathon Perla del Tirreno di Cefalù e quest’anno terzo alla Maratonina di San Gaudenzio, ha fatto gara a se, chiudendo con il tempo di 1h09’20. Un buon allenamento in vista degli italiani assoluti di mezza maratona, in programma domenica prossima a Verona (Giulietta & Romeo Half Marathon). Alle spalle di Lollo, un pimpante Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) che ha firmato il suo PB fermando il crono a 1h12’18 . Piccola rivincita sportiva per Abbate, la scorsa settimana battuto a Sciacca sul filo di lana da Giovanni Soffietto (Universitas Palermo), oggi ha ribaltato la situazione prevalendo proprio sull’esperto partinicese, che ha chiuso in 1h12’26. Quarta piazza per Marco Barbuscio (Marathon Cosenza) in 1h14’47, quinto Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì) in 1h15’18.
Al femminile ennesimo successo per Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo) a suo agio sul percorso vivace e frizzante di Sant’Agata di Militello (tre giri con partenza dalla centrale piazza Crispi e passaggio sul lungomare con vista Eolie) ha chiuso la gara in 1h26’55. La Bilello per due terzi di gara ha avuto il fiato sul collo di Angela La Monica (Marathon Caltanissetta), che alla fine si è “arresa” accontentandosi del secondo posto e di un ottimo crono (1h28’12). Terza la regolarissima Nadiya Sukharyna (ASD Torrebianca) anche lei sotto i 90 minuti (1h29’51). Quarta un’ottima Maria La Barbera (Trinacria palermo) in 1h30’52 che ha preceduto la compagna di squadra Rosaria Patti (1h32’21).
Gara nella gara quella per gli atleti appartenenti alla Forze dell’Ordine. Tra gli uomini la vittoria è andata ad Antonino Lollo (Polizia di Stato), secondo posto per Francesco Ingargiola (1h17’06), terzo Luigi Roselli (1h21’43). Al femminile podio occupato per la prima posizione da Valeria Naselli (Polizia di Stato) in 1h43’03 e da Lucia Grasso per la seconda (1h52’03).
Ottima come da consuetudine l’organizzazione da parte dell’Atletica Nebrodi ed esordio col sorriso per la neo presidentessa Rosalba Ravì Pinto. Buono il terzo tempo e le premiazioni con coppe e ceste cariche di prodotti locali. Un lavoro sinergico anche con le Forze dell’ordine del territorio, i volontari e le maestranze. Oggi a garantire la sicurezza degli atleti lungo il percorso, c’era schierato un piccolo esercito di circa 70 tra uomini e donne. La Maratonina dei Nebrodi, anche quest’anno ha abbracciato l’Associazione Malattia di Wilson presente in piazza Crispi con un proprio info-point per fare conoscere questa malattia degenerativa e raccogliere fondi. La manifestazione di oggi (che ha contato 622 finisher) ha aperto la 19a edizione del Grand Prix Sicilia di mezze maratone. L’appuntamento con il circuito delle 21,097 km adesso è fissato per il primo marzo ad Agrigento, con la 17a Mezza Maratona della Concordia.

Visite: 13