Enna Press

Testata giornalistica Online

Il Calcio siciliano nel Post Covid: Il Presidente della Lnd Sicilia Santino Lo Presti “Ripartiamo all’insegna dell’ottimismo”

E’ un movimento che vuole ripartire il prima possibile ed all’insegna dell’ottimismo quello del calcio dilettantistico siciliano. Infatti al termine della riunione del Consiglio nazionale di Lega di ieri giovedì 11 giugno convocata dal presidente nazionale della Lnd Cosimo Sibilia, sono state prese importanti decisioni sia da un punto di vista organizzativo che economico che sicuramente rendono molto più chiaro il futuro del calcio dilettantistico siciliano all’indomani della crisi della Pandemia. “E’ stata gran bel consiglio – conferma il presidente del Comitato regionale Sicilia della Lnd Santino Lo Presti – perché si poste in essere le condizioni per poter ripartire il prima possibile”. (si parla a metà settembre ndr). Presidente quali le decisioni più importanti. “Intanto da un punto di vista economico ci saranno per le società dilettantistiche circa 10 milioni di euro di aiuti – commenta – ed a questi noi del Comitato Sicilia aggiungeremo altre economie. Sarà un contributo all’iscrizione (da circa 1500 euro per le società di Eccellenza alle 500 per la Terza Categoria). Ma noi in Sicilia aiuteremo ancora le società”. Possiamo fare qualche esempio. “Considerante che l’iscrizione per una società di Eccellenza è di 3 mila euro che noi abbasseremo a 2500. Al contributo nazionale aggiungeremo una restituzione delle cosiddette spese di organizzazione che maggiorate rispetto a quello dello scorso anno. Inoltre ci sarà un bonus di 2 euro per ogni tesserato sull’assicurazione”. Possiamo dire che l’aiuto per una società di Eccellenza dovrebbe avvicinarsi molto a 2 mila euro? “Ritengo di si – continua Lo Presti – ma non dimentichiamo i contributi allo sport della Regione di cui ne beneficerà anche il calcio più quelli della Fifa. Insomma stiamo lavorando per sostenere il più possibile tutto il movimento. Ma le società però devono mettersi in regola e per poter accedere a tutti questi incentivi anche di altri che il Governo sta mettendo in atto per il mondo dello sport, si deve essere iscritti al registro del Coni. Quindi invito tutti i dirigenti di società a mettersi in contatto con i nostri uffici per acquisire tutte le informazioni possibili”. Da un punto di vista organizzativo? “Diciamo che sono state riconfermate quasi tutte le nostre proposte anche se noi chiederemo una deroga per evitare quest’anno le retrocessioni dalla Promozione in giù mentre viene confermata l’unica retrocessione per il campionato di Eccellenza. Il tutto sarà deciso nella riunione di Consiglio Federale del prossimo 25 giugno”. Si parlava di eventuali riforme dei campionati. Quindi per quest’anno tutto rimane tutto inalterato. “Assolutamente si” Quindi nessuna serie D regionale? “E’ una discussione fatta in queste settimane dalle società – conclude Lo Presti – ma mai presa in considerazione degli organismi federali”.
Riccardo Caccamo

Visite: 1