Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna “strada pericolosa”: i residenti della via Leonardo Da Vinci protestano

Una strada molto spesso scambiato per un rettilineo di un autodromo. Lo è ormai diventato da tempo secondo gli stessi residenti che vi abitano la via Leonardo da Vinci a Enna bassa in particolare nel tratto che da ingresso alla parte bassa della città. Una situazione che ormai è divenuta insostenibile per chi tutti i giorni deve fare i conti con questi problemi tanto che frequenti sono gli incidenti ed i tamponamenti. I residenti reclamano che sulla strada vengano installati dei dispositivi di sicurezza e si mettano dei dissuasori di velocità e non solo. Ad esempio che si rifaccia anche la segnaletica orizzontale. Numerosi sono stati nel passato anche recente i “reclami” verso l’amministrazione comunale ma ad oggi secondo i residenti nessuna risposta e nulla è stato fatto. “Ormai non ne possiamo più – commenta Egidio Torregrossa un giovane che con la sua famiglia abita nella zona – l’ultimo tamponamento è stato alcuni giorni fa e fortunatamente senza particolari conseguenze. In questa via le vetture che provengono in direzione Enna bassa arrivano a forte velocità e diventa poi difficile rallentare. E’ una zona dove vi abitano molte persone anziane e quindi i rischi sono maggiori. E’ necessario che vengano installati dei dissuasori ma ad oggi non è stato fatto nulla”. Ma per Egidio il problema non è solo quello. Infatti c’è anche il problema di quando viene chiusa l’autostrada. “Molto spesso quando chiudono per svariati motivi alcuni tratti dell’autostrada Catania – Palermo diventa obbligatoria l’uscita dallo svincolo di Enna per poi recarsi verso Caltanissetta – continua – e quindi in questo tratto di strada si crea il caos sia di vetture che di mezzi pesanti. Ed ancora le piante ed alberelli che si trovano sui marciapiedi, non sono puliti con regolarità e quindi quando si esce dalle traverse che danno sulla strada la visuale è molto precaria. Sono tutti problemi che ad alcuni possono apparire esagerati ma per chi li vive sulla propria pelle tutti i giorni non è affatto così. Noi chiediamo solamente che come si sta facendo in tanti altre strade della città si faccia lo stesso in questa via”. “L’amministrazione comunale sta cercando di sanare una serie di disfunzioni anche in materia di sicurezza stradale che si erano assommati negli ultimi 20 anni – commenta l’assessore con delega alla viabilità Biagio Scillia – stiamo intervenendo in diverse strade urbane ed extraurbane istituendo zone trenta, installando rilevatori di velocità, dissuasori ed ogni altro strumento utile per poter migliorare la sicurezza stradale. Ma non si può pensare di risolvere tutto in poco tempo. Tanti problemi che nei decenni si sono assommati si stanno adesso evidenziando. Con il tempo cercheremo di intervenire in tutte le strade che necessitano risoluzioni di questo genere”.

Visite: 27