Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna: Servizio Wi-Fi al Castello di Lombardia

Le tecnologie e l’innovazione per promuovere il passato. E’ quanto l’assessore ai Beni Culturali del Comune di Enna Francesco Colianni sta prevedendo per i beni monumentali della città a partire da quello per eccellenza, il Castello di Lombardia. Infatti proprio ieri si sono conclusi gli interventi di infrastrutturazione telematica per l’installazione della rete Wi-Fi all’interno del maniero cortili compresi. Significa che i visitatori che visiteranno il castello se da un lato faranno un tuffo all’indietro nel tempo dall’altro dal suo interno potranno rimanere connessi gratuitamente con il resto del mondo. Ma Colianni però guarda oltre. “Mi auguro di arrivare nel più breve tempo possibile – commenta – ad una app che possa rendere più Smart la visita, potendo procedere ai pagamenti dei ticket anche online e quanto altro”. Infatti da circa un anno e mezzo (ma considerando che 12 mesi sono passati quasi “inutilizzati” a causa della Pandemia) per poter visitare il Castello di Lombardia, la Torre di Federico e da poco più di un mese anche il Santuario di Papardura, si paga un ticket d’ingresso che può essere sia singolo che cumulativo. Quindi snellire e rendere il servizio di pagamento sempre più di “livello internazionale” sarebbe una gran cosa. “Sto mettendo in atto un lavoro di programmazione in prospettiva – continua Colianni – cercando di recuperare, ove possibile, il grande danno che la pandemia sta arrecando al settore dei beni culturali ed al turismo in generale. Ringrazio pertanto il Ced del Comune di Enna per la tempestività negli interventi. Noi continuano ad andare avanti”. Ed in attesa che grazie all’efficacia dei Vaccini possano iniziarsi ad allargare le maglie, Colianni attende che ai tre monumenti citati in precedenza possano aggiungersi altri come le chiese di San Marco e di San Michele di proprietà del Fec e gestite dalla Prefettura ed a cui lo stesso Colianni ha fatto ufficiale richiesta per la gestione da parte del Comune in comodato d’uso gratuito”

Visite: 221

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *