Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna proposta chiusura Scuole Materne Comunali: Genitori e Opposizione non mollano

La Giunta Comunale, forte dell’appoggio della maggioranza va avanti sulla strada presa. Ma sia l’opposizione che ancor più i genitori non mollano assolutamente e vanno avanti nella loro protesta. Ed è ormai probabile che la vicenda approdata in consiglio comunale si risolva in quella sede. Mercoledì scorso tutti i gruppi consiliari che appoggiano il sindaco Maurizio Dipietro (17 consiglieri su 24) Siamo Enna, Enna Viva, Partito per Enna, Liberamente, Uniti per Enna, Gruppo Misto (Scillia), hanno diramato un documento con cui condividono il percorso avviato dall’assessore alla Pubblica Istruzione Gabriella Motta, chiudere le due scuole materne comunali Rodari di Enna bassa e Fontanazza di Enna alta, con 38 bambini in tutto, dal momento in cui ci sarà il passaggio allo Stato, anche se l’auspicio è che il tutto avvenga già dal prossimo anno scolastico. Non a caso dall’assessorato alla Pubblica Istruzione invitano i genitori a provvedere entro il prossimo 25 gennaio ad scrivere i figli nelle scuole materne statali. Ma se a questo “Diktat” dell’amministrazione c’è il “No” dell’opposizione ribadito anche nella riunione di terza Commissione Consiliare dai consiglieri Stefania Marino e Michele Baldi, confermando che la minoranza farà tutto quello che nelle sue possibilità per bloccare il provvedimento, a partire dalla prossima seduta di consiglio comunale dove si andrà a discutere e votare una mozione sulla problematica, ancora più “arrabbiate” con tutta la classe politica lo sono le mamme. “Con tutto il rispetto per tutti, maggioranza ed opposizione, compresa, siamo stanchi come genitori di essere presi in giro. Ancora oggi non riusciamo a comprendere il perché di questa decisione. E che ci venga assicurata la garanzia delle “mura” dei due plessi, noi reclamiamo la garanzia della continuità didattica. E questa decisione presa non la garantisce”.

Visite: 102

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *