Enna Press

Testata giornalistica Online

ENNA: L’UDC NON HA PIU’ IL COMMISSARIO

L’UDC NON HA PIU’ IL COMMISSARIO

Si dimette Di Maggio: “Non è un addio alla politica”

Gaetano Di Maggio si è appena dimesso da commissario cittadino dell’Udc. L’ex assessore provinciale ha lasciato la carica di responsabile cittadino ma non la politica che lo ha visto protagonista, con più ruoli, per 30 anni come punto di riferimento della destra ennese e ribadisce per questo “il mio non è certo un addio alla politica, tutt’altro, poichè rimane sempre viva in me la voglia di spendermi con tutto me stesso per rilanciare sotto l’ aspetto socio-economico questo territorio”. Di Maggio, nel lasciare l’incarico ha voluto ringraziare il segretario provinciale Andrea Maggio “per avermi dato questa opportunità pochi mesi fa” e I “tanti amici, non solo del capoluogo, che mi hanno dato mandato, per l’ ennesima volta, di rappresentarli”. Gaetano Di Maggio ricostruisce il percorso politico fatto con l’Udc e le motivazioni che ne sono state alla base dicendo: “Il primo settembre scorso, giorno della mia nomina, ho iniziato un percorso, seppur brevissimo, mirato a costruire una lista d’appoggio all’allora candidato a sindaco Dario Cardaci. Esperienza sicuramente positiva anche se I risultati generali, non certo quelli dell’appena costituito Udc, non sono stati esaltanti”. Il commissario adesso dimissionario dell’ Udc, Di Maggio, sottolinea ancora: “La mia nomina era al servizio soltanto di quel momento politico elettorale, pue condividendo valori ed ideali del partito. Mi ero ripromesso che mi sarei dimesso all’indomani della tornata elettorale, poi come capitato spesso, nella mia quasi trentennale attività politica, mi sono lasciato prendere dalla voglia di fare e di riuscire. Così inevitabilmente I tempi si sono allungati di qualche mese”. Di Maggio chiude l’esperienza con l’Udc con un bilancio in positivo, dicendo infine, “come sempre ho dato tutto quello che potevo nell’interesse esclusivo del territorio e della cittadinanza”.

Visite: 108

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *