Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna il Capogruppo Pd Paolo Timpanaro “Dalla maggioranza ennesimo atto di arroganza”

La conferenza capigruppo convocata stamani ha sancito l’ultimo ed ennesimo atto di arroganza politica consumato dall’amministrazione Dipietro e dai consiglieri che la sostengono. Un copione ripetuto per anni che ha mortificato e calpestato prerogative e funzioni del consiglio comunale in generale, e delle forze politiche di opposizione in particolare. Rispetto a questa evenienza avrebbe dovuto ergersi a garanzia dei principi democratici il Presidente del Consiglio, oggi sostituito dal vice presidente Paolo Gloria, il quale in piena autonomia e disattendendo il risultato della votazione della capigruppo ha convocato il consiglio comunale per lunedì. Riteniamo tale condotta grave e lesiva degli organi istituzionali democraticamente eletti, in quanto se è vero che il sindaco è chiamato a governare la città, i consiglieri comunali rappresentano “pezzi” di elettorato che avanzano esigenze ed istanze. I motivi che ci hanno portato a differire di qualche giorno la convocazione del consiglio è stata dettata dalla necessità di approntare una manovra finanziaria quanto piu’ congeniale alle richieste del tessuto imprenditoriale, economico e sociale della città. Ad oggi non siamo a conoscenza di quale sia la volontà dell’amministrazione per ciò che concerne settori nevralgici come: politiche sociali, agricoltura, attività produttive, ecc… deleghe avocate dal Sindaco dopo le dimissioni degli assessori Gargaglione e Russo, non siamo a conoscenza di come saranno impiegate le risorse provenienti da Stato e Regione, così come la donazione di 100.000 € operata dalla fondazione “terzo pilastro”. Auspichiamo, quindi, che il vice presidente Gloria possa rivedere la sua posizione e permettere alle altre forze politiche di attuare le proprie determinazioni.

Visite: 148

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *