Enna Press

Testata giornalistica Online

BANCA SANT'ANGELO torna all'utile e rafforza attività e solidità BANCA POPOLARE SANT’ANGELO

BANCA SANT’ANGELO torna all’utile e rafforza attività e solidità
BANCA POPOLARE SANT’ANGELO
COMUNICATO STAMPA
BILANCIO: BANCA SANT’ANGELO TORNA IN UTILE NEL 2019
E RAFFORZA LE ATTIVITA’ E LA SOLIDITA’ PATRIMONIALE
Palermo, 30 aprile 2020 – La Banca popolare Sant’Angelo, confermando
il proprio ruolo di banca fortemente radicata nel territorio, chiude
il bilancio 2019 con un ritorno all’utile per un netto di 2 milioni di
euro; in più, riduce ancora gli Npl dopo averli dimezzati nel 2018 e
rafforza le attività e la solidità patrimoniale.
Forte l’impulso dato agli impieghi a sostegno di famiglie e imprese,
cresciuti di 15,2 milioni di euro (+2,3%) soprattutto sul fronte dei
mutui ipotecari (+7% circa).
La raccolta complessiva aumenta di 43,5 milioni: quella diretta si
attesta a 926,6 milioni (+34,4 milioni, +3,9%), mentre il risparmio
gestito rimbalza di 18,2 milioni (+6,9%), grazie alla crescita del
comparto fondi.
Complessivamente, l’incremento delle masse amministrate nette è di
38,3 milioni (+1,9%), sfiorando i 2,1 miliardi di prodotto bancario.
Sul versante della qualità del credito, dopo le importanti
cartolarizzazioni del 2018 che avevano quasi dimezzato gli Npl,
un’ulteriore cessione a fine 2019 di crediti a sofferenza per 18
milioni riduce lo stock totale a circa 98 milioni, protetto da
rettifiche di valore per 38,9 milioni.
Il coverage sui crediti anomali è al 39,7%, la copertura delle
sofferenze è al 51,3%. Pertanto, l’NPL ratio lordo scende al 13,7% dal
15,7% del 2018, e l’NPL ratio netto all’8,8% dal 9,7% del 2018.
Sui risultati economici di gestione, il margine di interesse sale a
21,2 milioni, così come quello di intermediazione beneficia dei
positivi risultati commerciali e del rafforzamento delle commissioni
nette (0,4 milioni, +3,3%), sostenute in particolare dal collocamento
di prodotti di risparmio gestito e dallo sviluppo del comparto della
monetica e dei finanziamenti di terzi.
I costi operativi scendono dell’1,4%, per effetto del calo delle spese
generali – che, al netto dell’effetto dei nuovi criteri di
contabilizzazione, segnano un crollo del 5,7% – , nonché del costo del
personale (-3,0%).
Si consolidano i Fondi Propri che, al netto dell’utile d’esercizio non
ancora computato, ammontano a 89,5 mln. I ratios patrimoniali si
confermano ancora su livelli ampiamente capienti rispetto alle soglie
di vigilanza e ai coefficienti prudenziali “guidance” assegnati dalla
Banca d’Italia: il CET 1 Ratio e il Tier 1 Ratio si attestano al
15,26%, il Total Capital Ratio è pari al 16,13%.
Il Texas Ratio (rapporto tra crediti deteriorati e patrimonio netto
tangibile), principale indicatore per verificare la rischiosità delle
banche, registra un’ulteriore diminuzione al 78,0% dall’82,9% del
2018, confermando l’efficacia del virtuoso percorso di miglioramento
della solidità, stabilità ed efficienza della Banca popolare
Sant’Angelo.

Visite: 27