Enna Press

Testata giornalistica Online

Uisp: Turismo sportivo e sostenibilità: lo sportpertutti e il territorio

Turismo sportivo e sostenibilità: lo sportpertutti e il territorio

Ecco il report del terzo incontro “Nuove strade per lo sport”, con: G. Brasini, A. Carasso, F. Oliva, V. Manco, S. Pratesi, M.Rosatti, V.Tricarico

Lo sportpertutti può essere una leva importante per il rilancio del turismo in questa fase difficile per il nostro Paese e la parola chiave, per sportivi e operatori del settore, sembra essere quella della “sostenibilità”, unita alla capacità delle strutture alberghiere di valorizzare le vocazioni del territorio e fornire servizi adeguati a chi pratica attività sportive ed ha uno stile di vita attivi. E’ quanto emerso dal terzo appuntamento “Nuove strade per lo sport. Proposte e idee per ripartire” nell’ambito della campagna “Futuri Movimenti”, un ciclo di tre appuntamenti che l’Uisp nazionale ha realizzato insieme ai suoi partner. Questo appuntamento in particolare ha toccato varie tematiche, dalla salute alla corretta alimentazione, dal turismo alla tutela del paessaggio, ed il titolo è stato “Lo sport per tutti e il territorio, il turismo sportivo come leva di sostenibilità”.

Sono intervenuti nella diretta: Gian Luca Brasini, assessore allo Sport e bilancio del Comune di Rimini; Antonio Carasso, presidente Promozione Alberghiera di Rimini; Fabrizio Oliva, presidente Associazione Albergatori Pesaro; Stefano Pratesi, R.A.N.Ristorazione Alce Nero, turismo e sport; Mauro Rosatti, Direttore generale Isola di Albarella; Vincenzo Tricarico, responsabile Commerciale di Pugnochiuso; Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp. Cristiano Corazzari, assessore Territorio, Cultura, Sicurezza e Sport Regione Veneto, non è riuscito a partecipare per problemi di collegamento ma ha voluto ugualmente indirizzare un messaggio di saluto all’Uisp.

GUARDA LA DIRETTA INTEGRALE con tutti gli interventi:

sul sito www.uisp.it (dal canale You tube Uisp Nazionale)

sulla pagina Facebook Uisp nazionale

Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, ha introdotto l’incontro, coordinato da Elena Fiorani, della redazione di “Uispress”, che ha realizzato la diretta insieme alla redazione di “Pagine Uisp”, newsletter mensile dell’Uisp di consulenze, marketing e opportunità per i soci Uisp. “Cerchiamo di stabilire un rapporto sussidiario tra Uisp e tutte le sue reti di collegamento nel sistema sportivo, nel sociale e nel territorio – ha detto Manco – il tema del turismo sportivo ci vede protagonisti perchè è trasversale ai problemi del mondo delle imprese e del terzo settore, ed incrocia le tematiche del lavoro. L’Uisp sta cercando in tutti i modi di promuovere il territorio e favorire la ripartenza all’interno e nel rispetto dell’attuale quadro normativo, mettendo a disposizione le proprie esperienze, le proprie attività e le buone pratiche delle quali è capace, a cominciare da quelle in ambiente naturale, come pedalate e camminate. Un contributo per ripensare la vivibilità nei centri urbani, più orientata alla resilienza e alla sostenibilità, con al centro la persona, le sue esigenze e i suoi diritti”.

Mauro Rosatti, Direttore generale Isola di Albarella, ha sottolineato che la struttura è stata tra le prime in Italia a ripartire, in un quadro di tutela della sicurezza e della salute delle persone che vengono ospitate. Nell’isola di Albarella esistono circa 80 km di percorsi che possono essere utilizzati da persone di tutte le età e dai minori in assoluta sicurezza e autonomia., lasciando loro la possibilità di organizzare i propri tempi di vita e di sperimentare stili di vita equilibrati e attivi che possono essere mantenuti anche dopo la vacanza.

Vincenzo Tricarico, responsabile Commerciale di Pugnochiuso, in provincia di Foggia, ha spiegato come la struttura punti proprio sullo sport, con la possibilità di praticare molte attività adatte a tutti. Negli ultimo anni il profilo del turista è cambiato e punta sulla bellezza del paesaggio ma anche sulla qualità dei servizi e dell’offerta complessiva. La struttura riaprirà il 27 giugno in piena sicurezza e con l’osservanza di tutti i protocolli di sicurezza per mettere a proprio agio famiglie e villeggianti.

Ad aprire la seconda parte della diretta è stato Gian Luca Brasini, assessore allo Sport e bilancio del Comune di Rimini. L’assessore fin da subito ha sottolineato quanto il rapporto con l’Uisp abbia dato risultati proficui da entrambi le parti attraverso l’organizzazione di eventi dove è stato promosso l’aspetto sociale dello sport. Sport e Turismo, un binomio efficace che ha portato a innovare l’offerta turistica. A Rimini ci si è interrogati non solo sull’attività sportiva non agonistica e internazionale, ma anche sugli stili di vita. Il turista non chiede più servizi che siano legati a vivere una vacanza in maniera apatica, ma cerca di portare i propri stili di vita e di migliorarli durante la vacanza. Quest’ultima deve essere il momento in cui il singolo può portare a compimento la propria necessità. Tutti questi elementi si calano in un ecosistema dove non solo si costruiscono impianti sportivi, ma si cerca di promuovere luoghi dove è garantita la qualità dell’ambiente. Rimini ha effettuato un’operazione di risanamento dell’acque fognarie per poter effettuare in maniera migliore lavori sulla superficie per creare una continuità tra il luogo della vacanza (come le spiagge) e gli alberghi. L’obiettivo comune quindi è quello di cercare di fare lavoro di squadra per poter vincere tutti insieme a livello internazionale.

Sempre sulla città di Rimini è intervenuto Antonio Carasso, presidente Promozione Alberghiera di Rimini. La città della Riviera ha provato a declinare in maniera profonda i concetti di organizzazione e accoglienza nel momento in cui si attiva un evento sportivo. Carasso si è soffermato molto sulle relative problematiche negli anni passati che fornivano istruttori e società sportive, e subito dopo ha cercato di coinvolgere gli alberghi. È stato quindi un percorso condiviso che ha permesso di offrire molte possibilità e flessibilità ad atleti, allenatori e dirigenti. Questi elementi, uniti insieme, danno quindi un grande valore aggiunto che può fare la differenza per molte persone.

Da Rimini ci si è spostati a Pesaro con le parole di Fabrizio Oliva, presidente Associazione Albergatori Pesaro. Oliva ha sottolineato quanto tempo viene dedicato allo sport, elemento fondamentale nella società di oggi. Gli alberghi sono stati guidati affinché diano flessibilità e opportunità alle società sportive e alle figure ad esse annesse. Il turismo sportivo è una cosa importantissima per la città di Pesaro e rappresenta per il futuro, visto quello che stiamo attraversando, un motivo di rilancio per il turismo.

Acquista sempre più spazio l’alimentazione che va di pari passo alla salute fisica. Stefano Pratesi, R.A.N.Ristorazione Alce Nero, turismo e sport, spiega come il turista al giorno d’oggi voglia stare bene, fare attività fisica e mangiare sano. Alce Nero non vende semplicemente il prodotto, ma mette a disposizione i contenuti e i servizi affiliati che da sempre stanno al centro della loro azienda. Ad oggi è presente un’attenzione spasmodica sul cibo biologico e sui relativi ingredienti all’interno dei prodotti. L’alimentazione è anche un modo per avere una prestazione sportiva migliore. La sfida di questo nuovo settore dell’azienda è nata anche attraverso i dialoghi avuti con l’Uisp durante questa partnership.

A chiudere il terzo e ultimo appuntamento di “Nuove strade per lo sport. Proposte e idee per ripartire” è stato il presidente nazionale Uisp, Vincenzo Manco che ha sottolineato l’esigenza di intervenire per promuovere il territorio in momenti dell’anno meno fruiti. La continuità dell’Uisp, per quanto riguarda l’offerta sportiva, si basa sul fatto di essere un’organizzazione che ha delle relazioni reali, stabili e con il territorio. Bisogna quindi avere opportunità di dialogo per poter individuare le migliori strategie per promuovere le realtà interne. L’Uisp vuole essere questo: un’organizzazione sempre più interessata al benessere e all’attività motoria, elementi della vita ormai centrali. La mission ideale è quella di accompagnare al meglio la riapertura per riconquistare socialità e migliore consapevolezza del modello di sviluppo dove c’è bisogno di salute e di un’idea di comunità.

Il primo incontro del ciclo si è tenuto lunedì 18 maggio: “Il ruolo dello sport solidale nell’era del distanziamento sociale”. Si è parlato di come affrontare in maniera serena questa nuova fase, cercando nuove proposte e venendo incontro ai bisogni e alle necessità delle persone. Tutto questo portando sempre avanti fattori fondamentali come il benessere e la solidarietà. Sono intervenuti nella diretta Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, Giovanni Corbetta, direttore generale Ecopneus, Barbara Ghirimoldi, responsabile marketing e comunicazione Marsh Continental Europe, e Giuliana Ragusa, responsabile rapporti istituzionali Alce Nero.

GUARDA IL VIDEO DELLA DIRETTA DEL 18 MAGGIO: “Il ruolo dello sport solidale nell’era del distanziamento sociale”

Lunedì 25 maggio si è tenuto il secondo incontro, dal titolo “La ripartenza dell’attività sportiva tra sicurezza, innovazione e trasformazione digitale. La sostenibilità economica degli impianti, la salute e la responsabilità”. Si è parlato della crisi prolungata che ha messo a nudo alcune contraddizioni del sistema di sviluppo al quale eravamo abituati. Quali innovazioni sostenibili e trasformazioni digitali sono auspicabili? L’economia circolare ci indica una strada, quella di un approccio integrato che combini economia, ambiente, intervento sociale. Sono intervenuti nella diretta Cristiano Brunetti, Uniontech; Andrea Crociani, Marsh Affinity; Francesca Dallapè, campionessa olimpica di tuffi; Gian Antonio Filisetti, Idroconsult; Gabriele Luppi, Waterproofing; Giorgio Pisano, Ecopneus; Emma Togni, TechSoup; Tiziano Pesce, Vicepresidente Uisp.

Visite: 5