Enna Press

Testata giornalistica Online

Ugl su inaugurazione Viadotto Himera

“Da siciliani non possiamo che essere contenti del fatto che, finalmente giunti alla fine dell’odissea, si potrà transitare sul viadotto “Himera”. Di questo ne dobbiamo certamente dare atto dell’impegno preso dal vice ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Giancarlo Cancelleri, ma soprattutto del pungolo politico e della sfida lanciata dall’assessore regionale delle Infrastrutture e della mobilità Marco Falcone. Una vicenda che ha ancora una volta mortificato lo sviluppo della Sicilia ed il lavoro, dimostrando a chiare lettere che quando si vuole le cose si fanno e pure in fretta! Di questo spero che ne prenda atto lo stesso Cancellleri, chiedendo scusa a milioni di siciliani per tutto il tempo perso e che si sta continuando a perdere sulle più importanti arterie della nostra isola, laddove la competenza è statale. A questo punto, a prescindere da nuove sfide su (im)probabili dimissioni, ci aspettiamo un serio scatto d’orgoglio da parte del vice ministro affinchè possa potenziare la stessa attenzione anche sulle decine di cantieri fermi, ma soprattutto sulla realizzazione della Catania – Ragusa, nel pieno interesse di chi lavora e vuol lavorare in particolare in questo periodo di crisi e di grande difficoltà economica per il settore delle costruzioni. Lo Stato prenda dunque esempio da quanto fatto dalla Regione siciliana con il Consorzio autostrade siciliane, che sta recuperando il terreno perduto in questi anni per rimettere a nuovo l’intera viabilità di competenza. Siamo certi che il modello “Himera” non dei primi anni, ma degli ultimi mesi, diventi non eccezione frutto di una sfida tra politici bensì regolarità.” Lo dichiara il segretario territoriale della Ugl di Catania, Giovanni Musumeci.

Visite: 201

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *