Enna Press

Testata giornalistica Online

Rodoarte onlus lancia l’appello per Termini Imerese patrimonio UNESCO

Rodoarte onlus lancia l’appello per Termini Imerese patrimonio UNESCO

Bellezza, resilienza, opportunità e proposte esecutive per una città e il suo territorio a partire dai tesori culturali in essi custoditi.
È questo l’appello che l’associazione Rodoarte onlus intende sottoporre ai candidati sindaco per la città di Termini Imerese in vista dell’imminente tornata elettorale del 4 e 5 ottobre 2020.
Due sedute – debitamente distanziate – e un intervistatore che pone alcune domande agli aspiranti primo cittadino nella splendida quinta scenica del settecentesco Ponte San Leonardo, Luogo della Identità e della Memoria della Regione Siciliana che Rodoarte onlus gestisce e valorizza dal 2013.
Fin dalla costituzione, infatti, l’associazione ha cercato di attuare e creare tutte quelle opportunità di valorizzazione del territorio, del patrimonio che esso custodisce e che spesso soffre dell’incuria e dell’indifferenza. Salvaguardare, recuperare, preservare e promuovere sono state le parole d’ordine del suo operato sul patrimonio culturale e ambientale e sulla sua universale fruibilità.
A partire dai primi giorni di settembre, ciascuno dei candidati, singolarmente e in date differenti verrà invitato a illustrare le proprie ricette aventi per fulcro i beni culturali di un territorio troppo spesso ricordato non per la sua bellezza ma per fatti ed esperienze quanto meno fallimentari.
“Nonostante inefficacia, indifferenza, inettitudine e ignoranza abbiamo sommerso con la loro spessa coltre di oblio il vero oro di questo territorio – spiega Rosario Ribbene, presidente della associazione Rodoarte onlus – crediamo ancora che un rivoluzionario cambio di rotta del fare politica possa iniziare a mutare il futuro dei nostri figli. Da diversi anni ripetiamo instancabilmente che Termini Imerese è la citta degli unicum, un forziere talmente ricco da aspirare ad essere inserito tra i siti Unesco. Una follia? Tutt’altro! Non ci dobbiamo inventare nulla e gli strumenti burocratici e amministrativi ci sono, basta solo volontà. Non possiamo non partire dalla nostra identità e dalla nostra memoria per costruire scenari assolutamente possibili. È per questo – continua Rosario Ribbene – rivolgiamo a chi si appresta a governare questo territorio il nostro invito. Facciamoci una chiacchierata, parleremo di bellezza in un luogo di bellezza, simbolo vero e certificato di questa comunità”.
Il ciclo di incontri verrà trasmesso sulla pagina Facebook di Rodoarte onlus e su quella della testata giornalistica Impronta magazine, media partner dell’iniziativa.

Visite: 157

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *