Enna Press

Testata giornalistica Online

L’Istituto Comprensivo “E. De Amicis” di Enna ricorda le vittime della Shoah

L’Istituto Comprensivo “E. De Amicis” di Enna ricorda le vittime della Shoah

Indossiamo una stella per non dimenticare, questo il titolo della celebrazione che il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo e docenti e alunni della Scuola Secondaria di primo grado hanno svolto in occasione della Giornata della Memoria.
Un grande cerchio di ragazzi che indossava sul cuore il simbolo della stella di David con su scritto il loro nome, perché da simbolo di sopraffazione, di odio, di annientamento di divisione, di razzismo, possa invece diventare un simbolo di condivisione, di apertura, di pietà umana, di fratellanza e uguaglianza.
“Ad Auschwitz è stata trovata una pietra anonima, – recitano i ragazzi – dove con un chiodo uno sconosciuto ha lasciato scritto “Chi mai saprà quello che mi è capitato qui?”. Noi siamo qui per ricordare quell’umanità svanita nel nulla”
La comunità scolastica, riunita nel grande cortile della scuola ha voluto rendere tributo a quell’uomo o donna che l’ha scritto, di cui non si sa più nulla. Ognuno di loro si è voluto trasformare in baluardo della memoria, in una fiammella accesa nel ricordo degli orribili crimini commessi dal nazi-fascismo.
Scolpire nel cuore questo messaggio di uguaglianza, di libertà, di giustizia è sempre necessario perché quello che è stato non accada di nuovo.
Un momento davvero commovente della manifestazione è stato quando tutti i ragazzi hanno alzato la stella in alto, ognuno di loro aveva stampato negli occhi il peso di quello simbolo, ma insieme la speranza nel futuro, perché solo ricordando il passato possiamo costruire un futuro migliore.
“Oggi indossiamo una stella – recita una delle frasi che gli alunni hanno scritto – uguale a quella che contraddistinse e marchiò un popolo preparandolo allo sterminio. Vi abbiamo scritto il nostro nome, lo abbiamo poggiato sopra il nostro cuore. A quei fratelli morti in nome di una folle ideologia: vogliamo dire, qui ora, noi non vi abbiamo dimenticato, sarete scolpiti sempre nei nostri cuori”

Visite: 340

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *