Enna Press

Testata giornalistica Online

L’Associazione Culturale Terra Matta organizza One Love, One Earth Festival Digitale dell’Ambiente

L’Associazione Culturale Terra Matta organizza One Love, One Earth
Festival Digitale dell’Ambiente – Sabato 6 giugno 2020
L’Associazione Culturale Terra Matta, in sinergia con il blog terramatta.net, sabato 6 giugno, organizza la prima edizione del Festival Digitale dell’Ambiente – One Love, One Earth, che si svolgerà interamente sulla piattaforma online Zoom.
Il Festival nasce per celebrare la Giornata mondiale dell’Ambiente (World Environment Day o WED), festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell’istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. E dal 1974, anno in cui fu celebrata per la prima volta con lo slogan Only One Earth, si festeggia ogni 5 giugno.
One Love, One Earth propone 5 incontri con ricercatori, attivisti, divulgatori ed esperti per creare online un’esperienza di dialogo e permettere ai partecipanti di conoscere la condizione di salute del nostro pianeta e provare a capire come salvaguardarlo, anche attraverso piccole azioni quotidiane di ogni singola persona.
Gli incontri, che dureranno circa 45-60 minuti, sono a numero chiuso, in modo da avere un numero contenuto di ospiti e stimolare il dialogo e l’approfondimento.
Programma
Ad aprire la giornata, dalle ore 11.30 alle 12.30:
Gli amici invisibili: i supereroi del futuro – Biorisanamento, dove la biologa molecolare Annalisa Pisciotta parlerà di come, sistemi biologici, quali per esempio i batteri, i cosiddetti amici invisibili, possano contribuire in modo naturale e con un minore impatto ambientale alla riduzione del tasso di inquinamento.
L’ambientalismo scientifico in Italia – Com’è cambiata la politica ambientale in Italia negli ultimi 40 anni è il tema dell’intervento di Giuseppe Maria Amato, antropogeografo, di Legambiente Sicilia. Parlerà dell’associazione che, nel panorama ambientalista regionale, è una delle più attive e conosciute per le campagne di analisi, denuncia e informazione che costantemente fotografano lo stato di salute del mare, dei fiumi, delle aree protette e delle città.
Alle 15.30 in programma Salvaguardia della biodiversità marina e aree naturali protette con il biologo ambientale Luca Costanzo, che, dopo un breve excursus sul concetto di area naturale protetta, illustrerà il ruolo che le aree marine protette, in particolare quelle italiane, hanno per la salvaguardia della biodiversità.
Concluderanno, dalle ore 17 alle ore 18:
La tavola rotonda Dal campo alla tavola: parliamo di sostenibilità con Andrea Minardi, Giulia Ferronato e Federico Froldi, ricercatori dell’Università Cattolica di Piacenza, che dialogheranno sull’impatto ambientale delle filiere produttive alimentari, da quella lattiero-casearia a quella della carne, valutando possibili interventi di mitigazione e ottimizzazione delle performance ambientali di prodotto.

Visite: 35