Enna Press

Testata giornalistica Online

LA PROCURA DI GELA HA RICHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO

LA PROCURA DI GELA HA RICHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER SICILIANO E TORRENTI, VICE-SINDACO E CONSIGLIERE COMUNALE DURANTE L’AMMINISTRAZIONE MESSINESE E PER GLI IMPRENDITORI MANUELE E ANGELO MENDOLA PER IL REATO DI CORRUZIONE
La Procura di Gela, a conclusione di ampia attività di indagine delegata ai Carabinieri della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Gela, ha esercitato l’azione penale con richiesta di rinvio a giudizio, nei confronti di Siciliano Simone, Torrenti Antonio, Mendola Manuele e Mendola Angelo per il reato di concorso in corruzione di cui all’art. 319 c.p..
I fatti risalgono al 2016 durante l’amministrazione del Sindaco Messinese, periodo in cui Siciliano e Torrenti, all’epoca Vice-Sindaco e Consigliere Comunale, ricevevano dai fratelli Mendola, titolari della ”Sital Impianti s.r.l.”, la somma di 160.000,00 euro per consentire l’acquisto della quota sociale del 40% della S.S.D. “Città di Gela”, all’epoca dei fatti in un grave stato d’insolvenza, promettendo in cambio l’aggiudicazione di appalti comunali, tra cui l’appalto relativo alla manutenzione dei pali dell’illuminazione pubblica.
IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
Procura della Repubblica
presso il Tribunale di Gela

Visite: 134

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *