Enna Press

Testata giornalistica Online

Il responsabile provinciale di “Cambiamo” Gaetano Di Maggio indignato per l’ennesima beffa.

Il responsabile provinciale di “Cambiamo” Gaetano Di Maggio indignato per l’ennesima beffa.

Pare che il governo Draghi abbia dimenticato di inserire la realizzazione del ponte sullo stretto di Messina nel piano del Recovery Plan.
Si tratterebbe dell’ennesimo torto ai danni della Sicilia e quindi inevitabilmente anche della povera provincia di Enna.
E’ impensabile, fallita questa occasione, sperare di realizzarlo successivamente per I’enorme costo dell’opera, signicherebbe scrivere definitivamente la parola fine ad un sogno portato avanti da piu’ generazioni siciliane e calabresi.
Inutile ricordare l’importanza vitale del ponte, un’opera capace di rilanciare le speranze dell’intero sud senza dimenticare che ne beneficerebbe anche il nord con un collegamento diretto e veloce con la Sicilia. Cio’ metterebbe la Sicilia nelle condizioni di acquistare quella centralita’ strategica che ci permetterebbe di essere protagonisti nelle rotte del Mediterraneo.
Le istituzioni non possono fare finta di niente, bisogna ravvedersi e dire si al ponte lasciandosi alle spalle visioni miopi delle sinistre che non hanno mai portato nulla di buono. In mancanza di una risposta positiva credo che il popolo siciliano debba scendere in piazza e farsi sentire con forza, cosa che riesce a fare, ahime’, solo per le conquiste sportive delle proprie squadre del cuore. Insieme al coordinamento regionale rappresentato dall’ On. Salvo Giuffrida abbiamo gia’ interessato il presidente Toti e tutti I parlamentari del partito affinche’ intervengano con vigore e fermezza in aiuto della sicilia e dei siciliani.

Visite: 192

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *