Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna Mostra “La città Aurea”, domenica scorsa visita guidata al Palazzo della Prefettura

Mostra “LA CITTA’ AUREA- visita guidata del 5 luglio 2020-

Come da programma, domenica 5 luglio si è tenuta la prima visita guidata prevista per approfondire i temi della mostra “LA CITTA’ AUREA”, a cura della Soprintendenza BB.CC.AA. di Enna, rappresentata dall’arch. Angelo Giunta e dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Enna, rappresentata dal suo presidente arch. Antonino Rizza. Si è aggiunto all’evento il contributo fattivo della Associazione Guide Turistiche della provincia di Enna.
All’appuntamento delle ore 9,00 in P.zza Prefettura, si è formato il gruppo che è stato guidato dall’arch. Angelo Giunta nell’approfondimento dei temi dell’allestimento della mostra presso la ex sede della Banca d’Italia.
Successivamente, fruendo dell’ospitalità e organizzazione posta in essere da S.E. il prefetto di Enna dott.sa Matilde Pirrera con la professionalità del personale della prefettura coordinato dal dott. Filippo Fiammetta, si sono potute apprezzare spazialità, partizioni architettoniche, particolari esecutivi, materiali, arredi e opere d’arte, delle sale di rappresentanza del Palazzo di Governo (Prefettura) normalmente visitabili solo in occasioni di eventi istituzionali, che ha arricchito i connotati della documentazione del palazzo presente nella mostra ed emozionato i partecipanti.
La AGTE, tramite proprie professionalità nello specifico la dott.ssa Azzurra Alessi, con il valore aggiunto di esperta dei luoghi e del periodo storico esaminato, frutto della sua specifica tesi di Laurea, ha guidato i partecipanti nell’esposizione dal vivo dei caratteri storici e monumentali della piazza Prefettura, Palazzo INCIS, Palazzo della Camera di Commercio, Palazzo Geracello, Palazzo ex sede Banca d’Italia, Palazzo della Prefettura. Il tutto è stato completato da annotazioni da parte degli architetti Angelo Giunta e Antonino Rizza nonché da interazioni e curiosità espresse dei partecipanti.
Con la medesima organizzazione, si è quindi proseguita la visita con l’apprezzamento degli altri edifici, delle spazialità e delle opere d’arte documentate nella mostra, nonché dei luoghi e dei monumenti interessati dalle trasformazioni degli anni 30, via Roma, Piazza Napoleone Colaianni e relativo monumento dell’insigne artista Ximenes, scuola Santa Chiara, palazzo OMNI, Monumento ai Caduti (eccellente opera architettonica-artistica di Ernesto Basile) viale Belvedere, Piazza Francesco Crispi con la monumentale fontana dedicata al Ratto di Proserpina, Palazzo del Belvedere, Palazzo Militello.
L’ora tarda non ha consentito la visita degli altri, numerosi, edifici del periodo contemplati nella mostra e ricadenti lungo la via Roma e la zona di ampliamento della città lungo il Viale Diaz.
Un itinerario arricchente, che oltre ad essere idoneo per la didattica storica ed artistica e da proporre all’attenzione delle scuole, è anche ulteriore potenziale itinerario turistico culturale della città.
Enna infatti, per la sua peculiare connotazione di nuova elevazione a provincia, il 6 dicembre 1926, è stata oggetto, nei due decenni successivi, di trasformazioni urbanistiche ed edilizie che hanno inciso molto sui suoi preesistenti caratteri storici ed architettonici e nel contempo è stata oggetto di nuova e notevole edificazione con un linguaggio stilisticamente identificabile che è quello del razionalismo con le sue diversificazioni.
Prossimo evento collaterale alla mostra è previsto per domenica prossima 12 luglio , con appuntamento alle ore 9,00 presso la piazza di Borgo Cascino e successivamente alle 12,00 circa, al Villaggio Pergusa, dove da parte degli architetti che hanno approfondito la conoscenza di tali luoghi verranno illustrati i caratteri della esperienza urbanistica degli anni 30 che ha interessato le campagne, ovvero il tema dei Borghi Rurali. Occasione per verificare complessi architettonici-urbanistici e la loro relazione con il territorio e l’ambiente.

Per informazioni rivolgersi a:

Arch. Angelo Giunta – Soprintendenza- 350/0606565

Arch. Antonino Rizza – Ordine Architetti – 338/3232249

Visite: 36