Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna; Il campo di Zagaria testimonial alla seconda tappa siciliana del Treno Verde

l campo di Zagaria testimonial alla seconda tappa siciliana del Treno Verde
Dedicato a Change Climate Change racconta, da Sud a Nord, gli effetti della crisi climatica sui territori
Il campo di Zagaria testimonial alla seconda tappa siciliana del Treno Verde 18
FEB
2020
Farà tappa dal 20 al 22 febbraio ad Agrigento il Treno Verde di Legambiente, storica campagna di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali organizzata in collaborazione con Ferrovie dello Stato che tutti gli anni gira per le stazioni d’Italia per narrare a studenti e cittadini come costruire una società rispettosa dell’ambiente. Quella siciliana è la seconda tappa del tour, che toccherà tredici città d’Italia. Quest’anno è dedicato a Change Climate Change per raccontare, da Sud a Nord, gli effetti della crisi climatica sui territori e soprattutto le buone pratiche,anche individuali, utili a preservare la biodiversità e contrastare gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici che minacciano sempre più il pianeta e l’umanità. L’iniziativa giunta alla 32 edizione punta l’attenzione principalmente a quei sistemi agronomici messi in campo nelle diverse realtà, quale esempio virtuoso che dimostra come siano possibili soluzioni alternative sostenibili in grado di mantenere la fertilità dei terreni e produrre derrate agricole rispettose dell’agrobiodiversità. Per questa ragione il campo di germoplasma dell’Ulivo di Zagaria, di proprietà del Libero Consorzio Comunale di Enna è stato riconosciuto da Legambiente “Amico del clima” e scelto come testimonial della tappa inaugurale siciliana. Il Libero Consorzio Comunale di Enna è stato l’unico ente pubblico ad avere ottenuto questo prestigioso riconoscimento che premia l’impegno e la passione di quanti, amministratori e funzionari, hanno investito, in questi anni, in quello che è diventato uno scrigno di biodiversità e di buone pratiche agronomiche, un vero e proprio modello da esportare. ” Con orgoglio racconteremo a bordo della carrozza- spiega il commissario straordinario Girolamo Di Fazio- l’esperienza messa in campo dalla ex Provincia di Enna che della riserva e del campo di germoplasma dell’Ulivo ne ha fatto un laboratorio a cielo aperto. Una realtà che dialoga con il modo accademico, con la ricerca scientifica, con il mondo della scuola, dell’assistenza tecnica e con il comparto olivicolo per contribuire a trovare delle soluzioni alle istanze, sempre più forti, di un sistema produttivo che rispetti la salute dell’ambiente, del pianeta e del consumatore”. Temi questi che saranno affrontati nel corso di una tavola rotonda sul tema ” Relazione sul recupero della biodiversità e contrasto ai cambiamenti climatici”, coordinata da Giuseppe Maria Amato di Legambiente sicilia, nella quale interverrà anche il funzionario dell’Ente, Andrea Scoto, responsabile del campo di Zagaria. Quello ambientale diventato sempre più un’emergenza e lo testimoniano le migliaia di ragazze e ragazzi che nel mondo scendono in piazza, uniti sotto la bandiera della lotta alla crisi climatica, con l’obiettivo condiviso di salvare il pianeta.

Visite: 10