Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna Bus Navetta gratuito: botta e risposta tra il Consigliere Scillia e l’assessore Ferrari

Costi al chilometro raddoppiati. E’ quanto afferma il consigliere di maggioranza ed ex assessore alla viabilità nella prima amministrazione Dipietro, Biagio Scillia riguardo al servizio Bus Navetta gratuito, istituito dallo stesso, che mette in collegamento il parcheggio di contrada Piscitto con il centro cittadino, e che dallo scorso maggio con il nuovo assessore al ramo Dante Ferrari ha subito modifiche con l’affidamento alla Sai Autolinee che da sempre ha in gestione il servizio pubblico urbano in città. Secondo Scillia è necessario fare chiarezza sui costi che a suo avviso sono raddoppiati passando da 1, 29 euro al chilometro per 2 navette a 2,60 più 60 centesimi tra l’altro per una sola navetta che il Comune elargirà sottoforma di biglietto per ogni persona che lo utilizzerà mentre con la sua gestione questa “voce di spesa” non esisteva. Per i costi Scillia ha anticipato che chiederà spiegazioni all’assessore Ferrari nella commissione consiliare competente. “L’economia è fatta di numeri non di proclami – commenta – e i numeri ce la raccontano diversamente”. Ma secondo Scillia oltre ai costi ci sono perplessità sulle modalità di reimpostazione del servizio con tempi di attesa per i passeggeri che passano da 7 a 15 minuti. E considerando che in questo momento il piano parcheggi non funziona ancora a dovere c’è il rischio che la gente non sia incentivata ad utilizzare la navetta”. “Voglio premettere che la delibera di revisione del servizio è stata fatta per 6 mesi ed in modo sperimentale proprio per capire cosa eventualmente ci sarà da correggere – replica l’assessore Dante Ferrari – penso che questo sia un ragionamento che abbia una logica rispetto a chi invece nei 24 mesi della precedente modalità non ha mai verificato nulla. Sui costi vorrei capire il consigliere Scillia tira fuori quei numeri visto che dati a la mano, con l’affidamento del servizio alla Sais Autolinee abbiamo fatto rientrare un servizio che veniva pagato a parte, in quello pubblico urbano con una revisione complessiva del chilometraggio annuo effettuato e quindi anche per quanto riguarda i costi facendolo rientrare in quelli complessivi dello stesso servizio pubblico urbano. Per quanto ci riguarda il servizio passa da un costo medio giornaliero di oltre 500 euro a poco più di 300. Unica spesa aggiuntiva il costo di 60 centesimi per ogni biglietto che il Comune elargirà alla Sais Autolinee per ogni persona che effettivamente utilizzerà la navetta. Di fatto nessun pagamento vuoto per pieno”.

Visite: 83

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *