Enna Press

Testata giornalistica Online

Eccellenze ennesi dell'Agroalimentare; il Gruppo Glorioso di Nissoria a pieno ritmo; "Il mercato privilegi i prodotti siciliani"

Piena attività anche e conferma dei volumi di produzione. E’ la situazione attuale del Gruppo Glorioso altra eccellenza dell’agroalimentare ennese, con sede principale a Nissoria con un centinaio di addetti e che da circa 60 anni opera in tutta Italia e in diversi paesi stranieri in tutta la filiera della carne in particolare Bovina, ma anche suina ed in parte anche avicola. Così come avviene per altre aziende del settore agroalimentare anche il Gruppo Glorioso tiene motori accesi a pieni giri per garantire che il “sistema paese” possa continuare ad andare avanti. “Proprio così – spiega Pino Glorioso uno dei titolari dell’azienda – stiamo lavorando a pieno ritmo sia verso la Grande distribuzione organizzata che verso la Normal Trade ovvero il tradizionale macellaio di sotto casa. In entrambi i casi dovuti al fatto di una modifica in questo momento delle esigenze delle famiglie abbiamo registrato un aumento di consumi della carne tradizionale, mentre c’è una importante flessione dei prodotti preparati. Ma ripeto ciò è dovuto alla modifica delle abitudini dei consumatori che in questo momento si trovano a casa e quindi cambiano anche il loro modo di alimentarsi”. Dunque nessun problema di flessione di mercato e nessuna riduzione di personale. “Per la produzione no – continua -ma abbiamo fatto però alcune settimane fa delle scelte decise in chiave di prevenzione alla diffusione del Covd 19. Trovandoci in una posizione molto delicata (nel mezzo tra Leonforte ed Agira) siamo intervenuti tempestivamente raccomandando a tutti i lavoratori che avessero la minima avvisaglia di febbre di rimanere a casa. Così in un particolare momento è venuto meno l’aiuto di molte persone. Ma fortunatamente non abbiamo avuto nessun problema”. Un periodo non certo facile sotto tutti i punti di vista ma che state però affrontando lo stesso con decisione. “Lo dobbiamo fare perché tra l’altro siamo tra le categorie che sono per certi versi “obbligate” a rimanere sul mercato – conclude Pino Glorioso – lo facciamo grande senso di responsabilità perché siamo consapevoli di fornire un importante servizio alla popolazione. E per questo motivo però la mia esortazione è che, proprio in questo particolare momento in cui tutti ci dobbiamo sostenere, nella scelta degli acquisti si privilegino prodotti ed aziende siciliane”.
Riccardo Caccamo

Visite: 10