Enna Press

Testata giornalistica Online

Alla scoperta dell’ennese: ARCHEOASTRONOMIA NEL CENTRO DELLA SICILIA: IL SOLSTIZIO D’ESTATE AD ASSORO.

Informazioni gentilmente concesse da Angelo Giunta
Il sito della “Perciata”, nella convergenza dei territori di Assoro, Nissoria, Leonforte
Il sito della Perciata, nella convergenza dei territori di Assoro, Nissoria e Leonforte, la sua indagine archeologica (Pinella Marchese), i temi del Geosito-Geopark ( Giuseppe Maria Amato), la viabilità storica (Alfredo Crimi, Valentina Di Natale), ed altri contributi (Angela Parisi, Angelo Giunta) sono stati corollario di uno specifico convegno di studi di archeoastronomia il 27 luglio de 2018, presso il museo dell’ex convento M.SS. Degli Angeli organizzato dal Comune di Assoro ed a cura di Angelo Giunta. Nell’occasione le relazioni di Ferdinando Maurici, insigne archeologo e di Alberto Scuderi, che da circa un decennio studiano e promuovono la materia dell’archeoastronomia, hanno dato conto del ruolo importantissimo della stessa per la conoscenza della storia della Sicilia. Loro supporto scientifico è stato il prof. Vito Polcaro, astrofisico di fama internazionale, di recente scomparso, ruolo è attualmente rivestito dal prof. Giulio Magli che insegna Archeoastronomia al Politecnico di Milano. La scoperta dell’indicatore solstiziale di c.da Perciata si inserisce a pieno titolo in questo filone di ricerca e connota, in genere un periodo preistorico e l’apprezzamento di indicatore solstiziale, ovvero quello d’estate all’alba del 21 giugno, e quello invernale al tramonto del 21 dicembre. Da essi le antiche genti traevano il riferimento temporale per le proprie attività, per esempio quello dell’inizio dell’estate e quindi della mietitura.

Visite: 34