Enna Press

Testata giornalistica Online

Villarosa: il Consigliere Comunale Giuseppe Ippolito replica all’amministrazione comunale

Non tarda ad arrivare la risposta del consigliere Ippolito da qualche tempo in orbita PD. L’altra sera è andato in scena il più triste tra i consigli comunali svolti negli ultimi quattro anni. L’amministrazione Fasciana oltre a ridere per tutto il tempo in aula consiliare, come se raccontassimo barzellette, non ha minimamente compreso l’importanza degli emendamenti presentati dai consiglieri di opposizione ossia: 50 mila euro per le imprese, 98 mila euro per gli impianti di mini compostaggio, 98 mila euro per la riqualificazione della piazza Lafuria a Villapriolo e 64 mila euro per i parchi gioco; emendamenti questi che avrebbero sicuramente migliorato le condizioni del paese, tenuto conto dell’incapacità dell’attuale amministrazione di captare finanziamenti pubblici. A tal proposito é doveroso ricordare che Villarosa in 4 anni non ha mai percepito finanziamenti e/o partecipato a bandi di gara; evidentemente perché ridere é più facile che amministrare! Inoltre tra i punti all’Ordine del Giorno ci troviamo ad approvare diversi debiti fuori bilancio. Tutto ciò denota un dato politico oggettivo e inoppugnabile e cioè che l’Amministrazione comunale non è in grado di programmare la spesa nei tempi previsti dalle norme di finanza pubblica. I debiti fuori bilancio possono scaturire da eventi improvvisi e non programmabili, come ad esempio calamità naturali o sentenze della magistratura, ma in questo caso siamo in presenza di debiti relativi al pagamento di rette di ricovero. Vale a dire di una spesa assolutamente preventivabile in bilancio. Ma a proposito di bilancio occorre ribadire in questa sede che l’Amministrazione Fasciana si distingue sempre per i colpevoli ritardi con i quali approva di solito i bilanci di previsione, come è avvenuto lo scorso anno con i pasticci che noi tutti conosciamo.
Per amministrare una comunità come la nostra non servono certo esperti contabili e di finanza pubblica. Occorre semplicemente impegno, serietà e buon senso. Caratteristiche del tutto ignote al sindaco Fasciana e alla sua Giunta che fa acqua da tutte le parti ed è costretta sempre, come in questo caso, a correre ai ripari. Ma come diceva l’Ecclesiate: c’è un tempo per ogni cosa. C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per seminare e un tempo per raccogliere. Per voi credo sia giunto il tempo di andare a casa e liberare il Comune di Villarosa da un’Amministrazione che è stata, come nell’antico Egitto, una vera e propria piaga divina per la nostra comunità”.

Visite: 156

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *