Enna Press

Testata giornalistica Online

Troina: EMERGENZA CORONAVIRUS: NEGATIVI 42 TAMPONI ESEGUITI SULLA POPOLAZIONE

EMERGENZA CORONAVIRUS: NEGATIVI 42 TAMPONI ESEGUITI SULLA POPOLAZIONE
Erano stati effettuati il 16 aprile scorso, su alcuni familiari dei contagiati e su diversi cittadini rientrati dal nord
Troina, 25 aprile 2020 – Sono tutti negativi i 42 tamponi rinofaringei effettuati giovedì 16 aprile scorso, da parte dell’Asp di Enna, su alcuni familiari dei contagiati al Covid-19 e su diversi cittadini rientrati in città a marzo dal nord Italia.
Ad annunciarlo, il sindaco Fabio Venezia: “Dopo aver appreso ieri che circa la metà dei contagiati dell’Oasi è in via di guarigione – dichiara – , oggi iniziamo la giornata con un’altra bella notizia, che riguarda la nostra popolazione. Gli ottimi risultati finora arrivati confermano che il focolaio che è partito dalla struttura non ha coinvolto la comunità troinese e che i provvedimenti, anche forti, che abbiamo attuato sin dai primi giorni, hanno dato i loro frutti, evitando il peggio”.
Dopo la requisizione di un intero hotel e la messa in quarantena di circa mille persone, tra ospiti e dipendenti dell’Irccs, cui ha fatto seguito la richiesta d’invio urgente di personale sanitario dell’Esercito e la dichiarazione di “zona rossa” della città, l’amministrazione aveva chiesto all’Azienda Sanitaria Provinciale di effettuare i tamponi anche sulla popolazione, comprese anche le locali RSA, che ospitano circa 200 anziani in totale.
Ad oggi, su 400 tamponi effettuati, sono arrivati gli esiti, tutti negativi, di 115 tamponi: 42 sono appunto quelli effettuati il 16 aprile scorso, mentre gli altri 73, si riferiscono a quelli effettuati l’11 aprile nelle case di riposo per anziani “Santa Rita” e “San Silvestro”.
Sui totali 173 positivi al Covid-19 in città, ben 83 sono in fase di guarigione e 4 dei 7 ricoverati sono stati dimessi nei giorni scorsi.
Il primo cittadino sta sollecitando più volte l’Asp in merito al risultato degli altri tamponi effettuati sui cittadini, compresi anche quelli della residenza “Villa Rossella” e della casa d’accoglienza dei Padri Cappuccini, per completare la mappatura del contagio.
Numeri che lasciano adito ad un cauto ottimismo, dovuto alla circoscrizione del focolaio all’Irccs, che ha accertato, oltre a quello del sindaco Fabio Venezia, un solo caso di positività al virus tra la popolazione, riconducibile ad un congiunto di un dipendente Oasi.
“Siamo grati ai cittadini troinesi – prosegue il sindaco – , per il grande senso civico che hanno dimostrato in queste difficili settimane nel rispettare le regole. Attendiamo adesso con più serenità i risultati degli altri tamponi, senza però abbassare minimamente la guardia”.

Visite: 21