Enna Press

Testata giornalistica Online

Porto Trappeto, avviato l’iter per il progettuale per 45 milioni,

Porto Trappeto, avviato l’iter per il progettuale per 45 milioni, Caputo (FI): “Sono certo che grazie alla comune volontà regionale e comunale, raggiungeremo l’obiettivo”

Palermo, 14/10/2020: “Se prima dell’insediamento dell’Amministrazione Cosentino, il progetto del Porto di Trappeto era una mera utopia, riposto da oltre 20 anni nei cassetti della Pubblica Amministrazione, adesso è tornato di concreta attualità. Grazie alla sua gestione, sono stati riattivati tutti i passaggi propedeutici al progetto definitivo, che nel suo ammontare è di circa 45 milioni di euro”. Lo afferma il Deputato regionale di Forza Italia, on. Mario Caputo, da subito disponibile, unitamente all’Assessore regionale alle Infrastrutture, on. Marco Falcone, ha contribuire alla realizzazione di tale fondamentale opera.

“Grazie all’attenzione del Governo regionale – continua il Parlamentare – per tramite dell’Assessore al ramo, e dell’ottimo lavoro sin qui condotto dall’Amministrazione comunale – con a capo il sindaco Cosentino che da poco ha aderito insieme a un nutrito gruppo di assessori e consiglieri comunali a Forza Italia – si è riusciti a curare nei minimi particolari tutti i passaggi necessari affinché il progetto da finanziare possa trasformarsi in opportunità di sviluppo economico, non solo per Trappeto ma per tutto il comprensorio”.

Si ricorda che l’iter progettuale del porto nasce all’incirca negli anni ’90. L’Amministrazione Cosentino, nel riprendere il progetto accantonato dalle precedenti gestioni, nel 2018 invia una Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale per ottenere il parere ministeriale a Roma, alla presenza del Sindaco e vicesindaco, entrambi presenti al tavolo. A settembre del 2019 il progetto “Porto di Trappeto” è stato recapitato all’Assessorato Regionale alle Infrastrutture per l’inserimento nella Programmazione delle opere marittime. Il mese successivo, si invia anche il programma d’indagine e di studi occorrenti per la redazione del progetto definitivo per chiedere il finanziamento di 390 mila euro da attingere dal Fondo di rotazione per la progettazione.

“Da tutte le parti in causa – conclude Caputo – c’è la volontà di raggiungere l’agognato risultato. Di certo, offrirò tutto il mio impegno per la realizzazione dell’infrastruttura che avrebbe considerevoli ricadute sull’indotto locale”:

Visite: 68

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *