Enna Press

Testata giornalistica Online

Libero Consorzio: Stabilizzazione precari. Il Commissario Straordinario ha incontrato i sindacati

Stabilizzazione precari. Il Commissario Straordinario ha incontrato i sindacati
La richiesta di Cgil e Cisl Funzione pubblica è chiara. Avviare subito la stabilizzazione per dare dignità a questi lavoratori

Il commissario straordinario del Libero Consorzio Straordinario di Enna, Girolamo Di Fazio, ha ricevuto stamane i segretari provinciali della Funzione Pubblica CGIL e Cisl, Giovanni La Valle e Gianluca Vangheri assieme ai segretari aziendali e ai rappresentanti delle RSU. Tema del confronto, chiesto nei giorni scorsi dai vertici sindacali al rappresentante politico dell’Ente, la stabilizzazione del personale precario, rimasto tra i pochi in Sicilia a non avere firmato un contratto a tempo indeterminato.La richiesta dei sindacati si inserisce a pieno nel contesto organizzativo dell’Ente in considerazione del fatto che grazie anche alla quota 100, si è registrata una drastica riduzione del personale a tempo indeterminato, creando non pochi problemi organizzativi. Buona parte del personale precario oggi regge diversi servizi e senza i quali l’Ente si troverebbe in serie difficoltà. La stabilizzazione agognata da oltre vent’anni sarebbe l’unica soluzione per dare dignità a questi lavoratori che in questi anni hanno dimostrato di essere un valido supporto per il funzionamento della macchina amministrativa e tecnica dell’Ente. Il Commissario straordinario ha subito manifestato la sua completa disponibilità a collaborare per trovare insieme la soluzione in tempi rapidi. ” Domani – ha comunicato Di Girolamo ai sindacati – sarò ricevuto, assieme anche alla deputazione regionale e al segretario generale, Salvatore Pignatello, dall’assessore regionale, Bernadette Grasso e dal dirigente generale, Margherita Rizzo. Non ci porremo quale controparte ma chiederemo al Governo regionale il massimo sforzo per consentire anche al Libero Consorzio Comunale di Enna di potere finalmente stabilizzare i suoi dipendenti precari. E’ questa una mia priorità, o meglio un mio specifico mandato, che ho già più volte e in diverse occasioni, reso pubblico, lavorerò affinchè ciò avvenga, confortato anche dall’impegno e dal sostegno manifestatomi da tutta la deputazione regionale ennese”.

Visite: 35