Enna Press

Testata giornalistica Online

L’11 ottobre ore 19 al Garage: Finissage Andrea Marinelli & Veronique Torgue e performane SECRETSHOW

n occasione del finissage della mostra di Andrea Marinelli e Veronique Torgue a cura di Laura Fattorini, il garage presenta domenica 11 ottobre Secretshow, la performance di sound e visuals di Andrea Marinelli. La mostra sarà aperta a partire dalle 19 e la performance comincerà alle 20:30 circa.

Saranno presenti per l’intera serata sia i due artisti che la curatrice.

Grazie a un periodo di residenza artistica al garage e tra le campagne di Enna Marinelli e Torgue hanno dato il via a una collaborazione che proseguirà.
La mostra è una prima riflessione su un modello di vita di campagna, dove tradizione e lavoro agricolo integrano un approccio sperimentale per la realizzazione di opere d’arte. Ai materiali cercati o ritrovati in campagna si uniscono così gli elementi che più differenziano i lavori di Andrea Marinelli e Veronique Torgue.

^ Secretshow è una performance di Andrea Marinelli per live-electronics, arti visive e lavagne dei lucidi acetati.
^^Secretshow è un’azione poetica che reinterpreta luoghi attraverso immagine e suono.
^^^Secretshow è un’atto artigianale-digitale dove il corpo, la voce, la pelle, gli occhi sono smontati e ricostruiti in un continuo flusso cinematografico tra analogico ed elettronico.
——————————————————
Sulle pareti appaiono volti, sguardi, immagini. Nell’ambiente si sviluppano canti, frasi in dialetto, nenie in lingua madre, composizioni musicali dove l’elemento elettronico incontra lo strumento più intimo dell’espressione umana: la voce.

Secretshow è improvvisato, è legato allo spazio, alle persone che lo abitano.
Andrea Marinelli sul piano musicale, sviluppa una ricerca attraverso le espressioni vocali dal mondo, linguaggi perduti e remoti, dialetti italiani, slang contemporanei che si trasformano in poliritmie e composizioni dal vivo attraverso l’elettronica.
Una costola delle sue produzioni da artista visivo si riversa in SECRETSHOW. Attinge infatti al suo archivio fotografico stampandolo su lucido acetato per le proiezioni. Il soggetto sono gli schermi: Antonioni, Monicelli, Pasolini, Dino Risi, trash TV etc. Le immagini sono ricomposte dal vivo con l’uso dei proiettori analogici

> Visitatori e visitatrici si impegnano ad indossare la mascherina all’interno dello spazio così come all’esterno, ove non fosse possibile mantenere la distanza interpersonale di un metro.

> Capienza limitata/prenotazione su garage.enna@gmail.com

Visite: 150

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *