Enna Press

Testata giornalistica Online

IL LAGO DI PERGUSA E LA SUA STORIA INTERESSANTE – di Angiolo Alerci

IL LAGO DI PERGUSA E LA SUA STORIA INTERESSANTE
Il Lago di Pergusa, conosciuto da sempre come il luogo in cui
Plutone organizzo il ratto della bella Proserpina, in tempi molto più vicini ha trovato nel suo autodromo, ritenuto uno dei più belli del mondo, e nella organizzazione di attività nautiche a livello nazionale, altro interessante motivo di rilancio.
Ma la creazione della riserva e il contestuale abbassamento delle acque hanno notevolmente ostacolato sia l’attività motoristica che quella nautica, parzialmente trasferita presso la diga Nicoletti.
Ma la storia dell’abbassamento delle acque del Lago merita una particolare attenzione.
Si è trattato di un fenomeno ricorrente che la natura con la sua piovosità e la sua siccità creava e risolveva.
Nel 1932 l’ing.Giuseppe Panvini Vulturo, con un suo serio studio , suggeriva di pulire sistematicamente i “canaloni” dell’intero bacino che alimentavano con le piogge le acque lacustri.
Lavori mai effettuati fino a quando si decise di affidare l’incarico a nuovi tecnici per studiarne il problema.
Il primo al Prof.Accordi di Roma che suggerì degli interventi che nessuno ritenne di dovere eseguire e, dopo circa dieci anni, alla Società Elettroconsult di Milano che, con una relazione che sembrava un copia-incolla della relazione Accodi, stava causando seri danni con la proposta di effettuare una parete cementizia nella zona sottostante la Giara, da dove presumeva potesse verificarsi la perdita dell’acqua.
In una riunione organizzata dal Presidente del Consorzio di Bonifica Giusi Valvo, alla quale venni invitato sia come Presidente del Club Nautico che per i numerosi interventi di critica fatti a mezzo stampa, al quale suggerii di invitare l’ing.Giandomenico Cammarata, conoscitore del problema, nella sua qualifica di ex Ingegnere Capo del Genio Civile di Enna, di fondatore del Circolo dei Canottieri di Pergusa ed esperto a livello nazionale essendo il Magistrato del Po in carica.
Incontro alla presenza dei tecnici della Società che sostenevano l’innaturale intervento, avendo odorato un finanziamento di cinque miliardi di lire ottenuto, per Pergusa, da parte del Senatore Lauria.
Un incontro che bloccò la scelta suggerita dalla società Elettroconsult evitando una inutile colata di cemento di cinque miliardi.
Angiolo alerci

Visite: 39