Enna Press

Testata giornalistica Online

Festa di S.Giovanni Battista per Cattolici ed Ortodossi: Dorica Orzan: rammarico non poterla festeggiare con la Chiesa di S.DOmenico di Calascibetta aperta

Gli auguri a Ortodossi e Cattolici per San Giovanni Battista da parte di Dorica Orzan di nazionalità romena ma ormai da diversi anni in Italia residente a Calascibetta ed una esortazione ad aiutarla a tenere aperta la
“Oggi è la Natività di San Giovanni Battista per Cristiani Ortodossi. I fedeli ortodossi di Calascibetta nel 2010 hanno ricevuto in comodato d’uso una bellissima Chiesa che per la nostra comunità non è stata solo un punto di preghiera ma un punto di riferimento per la beneficenza, uno Sportello Ascolto per le persone in difficoltà, che è servito anche per la distribuzione di prodotti del Banco Alimentare della Comunità Europea. Abbiamo passato momenti di gioia ma anche di amarezza e dolore per la perdita di due giovani vite di fedeli Ortodossi romeni. Nell’arco di 10 anni sono stati celebrati anche molti battesimi ortodossi. La Chiesa era frequentata anche da anziani italiani cattolici che a loro dire nel corso degli anni entusiasti dell’accoglienza di usi e tradizioni , nel corso degli anni abbiamo avuto delle visitatori eccellenti: Metropolita Genadios per ben due volte, la prima volta per ratificare il comodato d’uso tra Padre D’Anna nella presenza del Sindaco e l’assessore con la comunità romena. Le testimonianze di tantissimi cittadini che conoscevano la Chiesa San Domenico ai tempi del canonico Vaccaro aperta al rito cattolico e poi per circa 30 anni è rimasta chiusa ,quando passavano e la rivedevano aperta spinti dalla curiosità entravano e lasciavano testimonianze di fatti ed episodi degli anni passati della loro gioventù e mi ringraziavano per la bella iniziativa di custodire un bene culturale di notevole importanza. Nel corso a 10 anni di gestione di questo edificio che appartiene alla curia cattolica in comodato d’uso al Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli noi abbiamo arredato e mantenuto con le donazioni e volontariato. Archimandrita Paolo Patricolo che è il padre spirituale di questa comunità ortodossa che viene da Palermo per le funzioni, non è stato remunerato mai e neanche il Diacono Michele Santagatti che viene da Caltanissetta. Festeggiamo con rammarico questo 10°anniversario con la Chiesa chiusa per la pandemia e con la tristezza nel cuore per la mancanza di partecipazione da parte della comunità ortodossa ci obbliga di rinunciare anche al contratto per l’energia elettrica e idrica. Avremo desiderato di non arrivare a questo punto perché noi non rinunciamo a questo dono di Dio che per 10 anni ci ha accolti con amore e preghiamo per una ripresa di coscienza da parte della comunità per mantenere la fede viva nella casa del Signore. Ringraziamo con tutto il cuore a tutti coloro che ci sono stati vicini nel bene e nel male e spero che continueranno a starci vicini anche in futuro per far sì che non perdiamo questo ben di Dio.

Visite: 28