Enna Press

Testata giornalistica Online

ENNA – TEATRO “GARIBALDI” CHIUSO DA UN ANNO – GRIDO DI DOLORE DELLE ATTRICI E DEGLI ATTORI DELLE COMPAGNIE AMATORIALI di Salvatore Presti

ENNA – TEATRO “GARIBALDI” CHIUSO DA UN ANNO – GRIDO DI DOLORE DELLE ATTRICI E DEGLI ATTORI DELLE COMPAGNIE AMATORIALI di Salvatore Presti

Ad un anno dalla chiusura dei teatri e delle sale cinematografiche, causa la pandemia covid19, una manifestazione silenziosa è stata indetta dall’Unione Nazionale Interpreti di Teatro. Enna ha aderito “al grido di dolore” di tutti gli artisti italiani per questo lungo tempo privi delle rappresentazioni nei teatri, i cui sipari sono rimasti chiusi. “Facciamo luce sul teatro” è stato lo slogan dato all’iniziativa. I Guitti”di Gaetano Libertino, “I cuori svintuliati” di Pietrina Saija”, gli “Imbuti” di Patrizia Fazzi, “Gli amici del tetro” di Carlo Greca e “Il Loggione” di Salvatore Spedale sono state le compagnie amatoriali ennesi che si sono dati appuntamento il 22 febbraio scorso in Piazza Umberto I°, davanti l’ingresso del teatro comunale “Garibaldi”. L’invito ad illuminare le facciate dei teatri e a tenere aperti le sale e i palcoscenici, ha avuto lo scopo di rendere palese al grande pubblico il disagio degli artisti e delle maestranze.
Il sit-tin, tenutosi dalle 19,30 alle 21,30, ha avuto lo scopo anche di sensibilizzare il governo e il ministero allo spettacolo, retto da Dario Franceschini, a provvedere – con le adeguate precauzioni – alla riapertura dei teatri. “Questi luoghi – è stato detto – da oltre 2500 anni sono i motori della vita delle comunità”. I lavoratori dello spettacolo, storicamente poco tutelati, sono quelli che hanno subito maggiormente gli effetti devastanti della pandemia in atto. Salvatore Spedale, regista e animatore della compagnia “Il Loggione”, ha auspicato che, superato il momento drammatico pantemico, “gli spettacoli teatrali possano riprendere il ruolo di servizio culturale per i cittadini”.
Salvatore Presti

Visite: 155

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *