Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna; proposta chiusura scuole materne comunali: mercoledì prossimo incontro tra Amministrazione e Sindacati

E’ fissato per mercoledì prossimo l’incontro tra l’amministrazione comunale e le Rsu dei sindacati per affrontare la problematica dell’annunciata chiusura dal prossimo anno scolastico delle ultime scuole materne comunali rimaste la Rodari di Enna bassa e la Fontanazza di Enna alta. Attualmente le due scuole sono frequentate da 38 bambini, 17 nella Rodari e 21 nella Fontanazza. L’idea dell’amministrazione comunale tramite l’assessore alla Pubblica Istruzione Gabriella Motta è di chiudere le due scuole e trasferire il personale in servizio negli asili nido. Ma la decisione è stata presa senza nessun passaggio preliminare sia con le parti sociali ma neanche con l’opposizione che con gli stessi genitori. Di conseguenza i consiglieri di Opposizione del Partito Democratico, Enna Democratica e Nuova Cittadinanza hanno stigmatizzato il comportamento della Giunta e non hanno nessuna intenzione di fermarsi sino a quando il provvedimento non sarà revocato. Non di meno i sindacati in particolare la Cgil che definisce la decisione dell’Amministrazione Dipietro “insensata” e la accusa di aver ricevuto la comunicazione come informazione lo stesso giorno dell’annuncio formale sul sito istituzionale del Comune e non riuscendo a comprendere la decisione visto che già nell’anno scolastico 2019/2020 il numero delle insegnanti era sempre lo stesso non è stato riscontrato nessun problema. Ma l’assessore Motta incontrando in modalità telematica nei giorni scorsi una delegazione di genitori ha fatto intendere che non si tornerà indietro anche perché la maggioranza nella sua interezza sostiene la decisione presa anche se voci di corridoio dicono che non è affatto così. La conferma è che nel pomeriggio di venerdì scorso doveva tenersi un incontro della maggioranza consiliare sulla vicenda ma l’incontro è stato annullato all’ultimo momento.

Visite: 345

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *