Enna Press

Testata giornalistica Online

Enna: Consiglio Comunale approva all’unanimità Piano di Efficientamento energetico

Abbattimento della percentuale dei Gas Serra in città del 40 per centro entro il 2030 in modo da adattarsi meglio ai cambiamenti climatici ed al fine di migliorare la qualità della vita e dell’ambiente urbano. E’ quanto prevede il Paesc il Piano d’azione per l’energia sostenibile ed il Clima, presentato nel consiglio comunale di lunedì scorso dall’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Alloro ed approvato all’unanimità da tutti i presenti. Un segnale quello che arriva ancora una volta dal consesso civico ennese che sui grandi temi di interesse collettivo si trova sempre l’unità di intenti. Ed Alloro ha spiegato molto bene nel suo intervento dell’importanza di questo progetto, ad onor del vero avviato già dalla scorsa consiliatura dall’allora assessore ai Lavori pubblici Gaetana Palermo, oggi consigliere comunale d’opposizione, e che prevede una serie di azioni di efficientamento energetico ed aumentare il ricorso a nuove fonti di energia rinnovabile, non solo su tutto quello che è di competenza comunale ma in prospettiva promosso anche ai cittadini perché sulle tematiche ambientali tutti devono fare la propria parte. Nel caso particolare dell’ente pubblico, Alloro ha spiegato che tante iniziative sono già state avviate in tema di efficientamento energetico dall’illuminazione pubblica grazie ad un innovativo Project Financing ed a delle misure di Agenda Urbana, alla ristrutturazione di immobili comunali sia adibiti ad uffici che per le scuole ed dove il Comune sta partecipando a bandi di finanziamento che sono proprio finalizzati ad interventi che vanno in tal senso. Ma anche all’ottimizzazione della mobilità sia urbana con un potenziamento del servizio pubblico in modo da fare diminuire l’utilizzo delle vetture in particolare all’interno dei centri storici ma anche all’incentivazione dell’utilizzo delle auto elettriche con il potenziamento del numero di colonnine per le ricariche in tutto il territorio comunale. Cosa che stanno facendo anche degli imprenditori sui propri siti produttivi che si trovano all’interno della cintura urbana.

Visite: 149

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *