Enna Press

Testata giornalistica Online

Emergenza Coronavirus: l'Enna calcio "Rimanete tutti a casa. Viva l'Italia e Uniti si vince."

Questo il testo di una lettera aperta pubblicata dall’Enna calcio sulla propria pagina Facebook con cui esorta per l’ennesima volta i cittadini a rimanere a casa.
Per tutti gli sportivi italiani l’emblema dell’attuale situazione è la prima parte del titolo di ieri, 14 marzo, della Gazzetta dello Sport: “Lo sport si ferma”.
In Italia si fermano non solo la serie A ed i campionati professionistici, ma anche tutti i campionati dilettantistici e giovanili, così come si sono fermati a poco a poco tutti i massimi europei e per ultima anche la Premier League.
Anche la UEFA dopo le iniziali resistenze si è dovuta arrendere al dilagare del COVID-19, fermando tutte le competizioni calcistiche europee.
Ma il virus non ha fermato solo il calcio, ha stoppato tutto lo sport ad ogni livello: la Formula 1 ha lasciato l’Australia a poche ore dall’inizio del weekend del gran premio di Melbourne per la presenza del virus nel paddock annullando anche i GP del Bahrain e del Vietnam; si sono fermati i campionati e tutte le competizioni internazionali di basket compresa la multimilionaria NBA, la pallavolo, la pallamano, la pallanuoto, il rugby con il 6 Nazioni, così come il circuito ATP e WTA del tennis, sono state annullate tutte le competizioni ciclistiche, così come è stato rinviato a data da destinarli anche il giro d’Italia la cui quinta tappa come è noto doveva partire dalla nostra amata città di Enna, ed ancora sono state annullate le gare finali della coppa del mondo di sci alpino.
Ed è proprio negli sport invernali che ieri si sono svolte le ultime gare e precisamente nello snowboard e nel biathlon che hanno regalato all’Italia, in questo momento difficilissimo, un sorriso ed una gioia, con le vittorie rispettivamente della coppa del mondo dello snowboardcross per la terza volta da parte di Michela Moioli e della coppa del mondo generale biathlon da parte di Dorothea Wierer per la seconda volta consecutiva.
Due Piccole luci nel buio di questo momento, che insieme alla vittoria di tre giorni orsono della coppa del mondo generale di sci alpino con Federica Brignone, ci devono dare la spinta e la forza di affrontare questa battaglia contro il COVID-19 con la consapevolezza che seguendo e rispettando tutte le indicazioni date dalle competenti Autorità vinceremo tutti insieme.
Ci chiediamo quando finirà tutto questo: ebbene nessuno di noi lo può oggi sapere con certezza, ormai il problema non è solo Italiano ma è diventato europeo o meglio mondiale.
Il virus non guarda in faccia nessuno, ha colpito e potrà colpire chiunque; dal nostro familiare, al nostro amico al nostro vicino di casa, a noi stessi, così come ha raggiunto capi di Stato, politici, personaggi pubblici in ogni campo, rappresentanti del Governo, e per come noto anche gli sportivi di quasi ogni sport.
Si allunga sempre di più la lista dei calciatori di squadre professionistiche contagiati, con prestigiosi club come la Juventus e l’Inter in quarantena, così come quella dei giocatori di basket, di pallavolo, di tennis, motivo per cui ormai quasi tutti gli sport hanno dovuto sospendere oltre le competizioni agonistiche anche gli allenamenti delle varie squadre.
Anche i giocatori stranieri di diverse squadre professionistiche (ad esempio basket) sono andati via dall’Italia nel tentativo di rientrare nelle rispettive sedi per raggiungere i loro familiari, così come anche i calciatori delle società dilettantistiche, come hanno anche fatto i nostri ragazzi, hanno lasciato le rispettive squadre per ritornare nelle proprie città di origine non potendosi più allenare.
Quando riprenderà lo sport ?
Come già detto, nessuno questo lo può sapere ma “RESTANDO TUTTI A CASA” siamo sicuri che questo momento non potrà tardare.
Allora concludiamo questa riflessione con la seconda parte del titolo della Gazzetta dello Sport “VIVA LO SPORT” e gridando ad alta voce tutti insieme “VIVA L’ITALIA” ed “UNITI SI VINCE”.
Enna Calcio SCSD

Visite: 22