Enna Press

Testata giornalistica Online

Emergenza Coronavirus: a Enna ulteriore limitazione del servizio pubblico urbano

ordinanza contingibile ed urgente in materia di contenimento e gestione
dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. interventi di esclusivo interesse locale: limitazione
per fasce orarie del servizio di trasporto pubblico urbano.
IL SINDACO
Visto il decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante «Misure urgenti in materia di contenimento
e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19»;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 23 febbraio 2020, recante “Disposizioni
attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia di
contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 45 del 23 febbraio 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia
di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n.47 del 25 febbraio 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia
di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n.52 del 1° marzo 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 4 marzo 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia
di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero
territorio nazionale”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.55 del 4 marzo 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 8 marzo 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia
di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n.59 dell’8 marzo 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020, recante “Ulteriori
disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n.6, recante misure urgenti in materia
di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, 2/7 applicabili
sull’intero territorio nazionale” pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.62 del 9 marzo 2020;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 11 marzo 2020, recante “Ulteriori
misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-
1, sull’intero territorio nazionale;
Viste le Ordinanze contingibili e urgenti n°1 del 25 febbraio 2020, n°2 del 26 febbraio 2020 e
nn°3 e 4 del 08.03.2020, adottate dal Presidente della Regione Siciliana ai sensi dell’art.32,
comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica recanti
misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019;
Considerato che l’Organizzazione mondiale della sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato
l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale;
Vista la delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, con la quale è stato dichiarato,
per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso
all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili;
Considerato l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo
dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale;
Vista l’ordinanza contingibile e urgente n.5 del 13.3.2020 del Presidente della Regione Siciliana
che detta ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da
COVID-2019.
Rilevato, in particolare, che detta ordinanza individua nella limitazione dei servizi di trasporto
una delle misure di contrasto alla diffusione del virus;
Ritenuto necessario adottare, sul territorio comunale, per aspetti attinenti riguardanti
unicamente la città di Enna, ulteriori misure in materia di contenimento e gestione
dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;
Contemperate le esigenze di trasporto pubblico urbano con quelle assolutamente preminenti
della limitazione degli spostamenti della cittadinanza, quale strumento per il contenimento della
diffusione del virus;
Rilevato che la limitazione, per fasce orarie, dei servizi di trasporto pubblico urbano non
contrasta con le misure di contrasto alla diffusione del COVID-19 assunte a livello statale e
regionale, andando a disciplinare un settore sul quale non sussistono, al momento, interventi
dello Stato e della Regione;
Sentito il Segretario Generale di Anci Sicilia, al fine del preventivo raccordo previsto dall’art. 3
dell’Ordinanza n. 5/2020 del Presidente della Regione, con il Coordinamento della Presidenza
della Regione Siciliana per le attività necessarie per il contenimento della diffusione del COVID-
19;
Visti gli articoli 50 e 54 del D.Lgs. n. 267/2000;
ORDINA
1) Che il servizio di trasporto pubblico urbano, dalla data di entrata in vigore della presente
Ordinanza contingibile ed urgente e fino al 3 aprile 2020, al fine di limitare lo
spostamento delle persone, sia effettuato esclusivamente all’interno delle presenti fasce
orarie:
o 8.00-10.00;
o 12.00-14.00.
o 16.00-18.00
2) La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente Ordinanza comporta le
conseguenze sanzionatorie previste dall’art.650 del Codice penale, se il fatto non
costituisce reato più grave.
3) La presente ordinanza è pubblicata nel sito istituzionale del Comune di Enna. La
pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge.
4) La presente ordinanza viene trasmessa, per gli adempimenti di legge, a S.E. il Prefetto di
Enna, ed al Coordinamento della Presidenza della Regione Siciliana per le attività
necessarie per il contenimento della diffusione del COVID-19 (di cui all’articolo 1
dell’Ordinanza contingibile e urgente n°2 del 26 febbraio 2020), tramite l’ANCI-Sicilia ed
il Dipartimento regionale della Protezione civile.
5) La presente ordinanza viene, altresì, trasmessa al Corpo di Polizia Municipale del
Comune di Enna, per tutti i provvedimenti che ne conseguono.
6) Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale
Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla comunicazione, ovvero
ricorsostraordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.
Il Sindaco
F.to Avv. Maurizio Dipietro

Visite: 14