Enna Press

Testata giornalistica Online

Dissesto idrogeologico: a Nicosia si consolida Monte Sant'Elena

Dissesto idrogeologico: a Nicosia si consolida Monte Sant’Elena
A Nicosia, nell’Ennese, per i lavori di consolidamento di Monte Sant’Elena si è giunti a un’attesa record: quarant’anni. E’ infatti dei primi anni Ottanta il primo progetto per un’opera necessaria e urgente come questa, a giudicare dai crolli che si sono verificati nel corso dei decenni. Ora la buona notizia e a darla è il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in veste di commissario di governo contro il dissesto idrogeologico nell’Isola. La Struttura, diretta da Maurizio Croce, ha infatti ultimato la gara per la messa in sicurezza del versante. Al primo posto della graduatoria, con un ribasso del 33,08 per cento, un’associazione temporanea di imprese coordinata dalla Alta Quota srl. Si chiude così una vicenda di cui non si riusciva a vedere la fine, tra lungaggini amministrative e ricerca dei finanziamenti, e che interessa un’area densamente popolata, con numerosi negozi e uffici pubblici, a ridosso di via Bernardo Di Falco, arteria viaria tra le principali del paese. Il progetto prevede il disgaggio dei massi pericolanti e la pulizia della parete rocciosa, ma anche la sostituzione della rete metallica con una nuova, provvista di reticolo di contenimento con funi in acciaio.

Visite: 10