Enna Press

Testata giornalistica Online

Cronache Tavachine di Gabriella Grasso Movida alla Brivatura

Il venerdì a Leonforte è della Brivatura. Dalle dieci in poi orde di giovani e meno giovani, leonfortesi e non leonfortesi, scendono alla Granfonte per “stare insieme” e come accadeva nella Spagna postfranchista nella Leonforte post quarantena, il venerdì è fatto per brindare, ridere e chiacchierare. Accade per tanto che, le viuzze della Granfonte si intasano di automobili, mal regolate da semafori inopportuni e da posteggi selvaggi e il Corso Umberto resta vuoto; illuminato dall’occhio rosso della ZTL, che anche la domenica mattina inibisce ogni passaggio veicolare anche ai pochi autobus di forestieri interessati alla zona storica e impossibilitati a raggiungerla per altre strade. La Brivatura, monumento identitario di ogni leonfortese, ha ripreso a essere il cuore pulsante della vivacità paesana e come una volta a lei si abbeverano uomini e donne, che però oggi all’acqua preferiscono il malto d’orzo.

Visite: 17