Enna Press

Testata giornalistica Online

COVID-19, SARA’ UNA CONVIVENZA FORZATA FINO ALLA SCOPERTA DEL VACCINO di Salvatore Presti

COVID-19, SARA’ UNA CONVIVENZA FORZATA FINO ALLA SCOPERTA DEL VACCINO di Salvatore Presti
I virologi l’hanno classificata come la più aggressiva di tutte le pandemie. È il cosiddetto Covid -19, che finora ha ucciso oltre 117mila persone nel mondo. Nel secolo scorso La Spagnola ne uccise circa 50 milioni; ad Enna colpì 400 concittadini, tra questi tante giovani vite, anche adolescenti.
Alla Spagnola del 1918-’19, considerata l’epidemia più virulenta del secolo, che uccise cinque volte di più delle battaglie della prima guerra mondiale, ne sono seguite altre tra cui la Hong Kong del 1968, con un milione di morti e tra questi molti bambini.
A dire degli studiosi di epidemiologia la Spagnola è stata l’epidemia più mortale dell’era moderna. Nel 1957-1958, si ebbe l’Asiatica con 1 milioni e 100mila morti. Fu chiamata Asiatica perché il virus comparve per la prima volta in una provincia meridionale della Cina nel febbraio 1957.
Nel 2003-2004 imperversò l “Aviaria”. Bilancio 400 morti. Prima della trasmissione sull’uomo devastò gli allevamenti di polli a Hong Kong e non solo.
Molto meno furono i decessi (774 morti) tra il 2002 e il 2003 con la Sars. I contagiati accusavano crisi di respirazione acuta grave. Anche questa pandemia comparve in Cina, passata dal pipistrello all’uomo tramite lo “Zibetto”, un mammifero venduto vivo nei mercati cinesi.
L’influenza virale tipo-A del 2009- 2010 fece 18.500 vittime, ma l’Organizzazione Mondiale della Sanità stimò un bilancio complessivo da 150mila a 370mila morti.
L’ Ebola (2013 – 2018), il cui virus fu identificato per la prima volta nel 1976, scatenò un’epidemia di febbre emorragica in Guinea, Sierra Leone e Liberia, con un tasso di mortalità molto elevato.
Dopo la fine di quest’ultima quarantena impostaci (4 maggio 2020), a dire di molti scienziati si dovrà convivere con il covid-19 ancora per lunghi mesi, se nel frattempo non sarà messo a punto e distribuito il vaccino. Si legge sui Social che saremo “In semi libertà”. A chi ha superato i 65 anni di età, sarà vietato, o meglio raccomandato, di non uscire da casa.
Salvatore Presti

Visite: 38