Enna Press

Testata giornalistica Online

Calcio le comunicazioni del Comitato provinciale Figc

Queste le comunicazioni del Comitato provinciale Figc il cui delegato provinciale è Roberto Pregadio
1. COMUNICAZIONI
1.1. COMUNICAZIONI DELLA F.I.G.C.
COMUNICATO UFFICIALE N. 161/A del 12 febbraio 2020
ABBREVIAZIONE DEI TERMINI PROCEDURALI DINANZI AGLI ORGANI DI GIUSTIZIA SPORTIVA PER LE ULTIME 4 GIORNATE E GLI EVENTUALI SPAREGGI DEI CAMPIONATI REGIONALI, PROVINCIALI E DISTRETTUALI DI CALCIO A 11 E DI CALCIO A 5 – MASCHILI E FEMMINILI -DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI E DEI CAMPIONATI REGIONALI, PROVINCIALI E DISTRETTUALI ALLIEVI E GIOVANISSIMI ¬ STAGIONE SPORTIVA 2019/2020)
Il Presidente Federale
• preso atto della richiesta pervenuta dalla Lega Nazionale Dilettanti avente ad oggetto l’abbreviazione dei termini dei procedimenti dinanzi ai Giudici Sportivi Territoriali e alla Corte Sportiva di Appello a livello territoriale, relativa alle ultime quattro giornate e gli eventuali spareggi dei Campionati Regionali, Provinciali e Distrettuali di calcio a 11 e di calcio a 5 – maschili e femminili della Lega Nazionale Dilettanti e dei Campionati regionali, provinciali e distrettuali allievi e giovanissimi (stagione sportiva 2019/2020);
• ritenuto che i calendari delle gare sopra citate, impongono la necessità di un provvedimento che abbrevi i termini dei sopra richiamati procedimenti al fine di consentire la disputa delle gare delle fasi sopra citate;
– visti gli artt. di cui al Titolo III, Capo I e Capo II, Sezione II del Codice di Giustizia Sportiva;
– visti, nello specifico, gli artt. 64, 65, 66, comma 1, lett. b), 67, 76, 77 e 78 del Codice di Giustizia Sportiva;
– visto l’art. 49, comma 12 del Codice di Giustizia Sportiva;
d e l i b e r a
di stabilire, per i procedimenti introdotti ai sensi degli artt. 65, 66, comma 1, lett. b), 67, 76, 77 e 78 incardinati dalla data di pubblicazione del presente comunicato sino al termine delle competizioni sopra citate, le seguenti abbreviazioni di termini:
1) per i procedimenti in prima istanza presso i Giudici Sportivi territoriali presso i Comitati Regionali, Provinciali e Distrettuali e instaurati su ricorso della parte interessata:
il termine entro cui deve esser preannunciato il ricorso, unitamente al contributo e al contestuale invio alla controparte di copia della dichiarazione di preannuncio di reclamo, resta fermo alle ore 11:00 del giorno successivo a quello in cui si è svolta la gara alla quale si riferisce;
il termine entro cui deve essere depositato il ricorso presso la segreteria del Giudice Sportivo e trasmesso, ad opera del ricorrente, alla controparte è fissato alle ore 15:00 del giorno successivo a quello in cui si è svolta la gara, con allegata la prova dell’invio alla controparte;
il termine per presentare eventuali ulteriori memorie o controdeduzioni per i procedimenti instaurati su ricorso di parte è ridotto alle ore 18.00 del giorno successivo alla gara.
il termine entro cui il Giudice è tenuto a pronunciarsi è fissato alle ore 15:00 del giorno successivo a quello in cui è stato depositato il ricorso. La decisione viene pubblicata entro lo stesso giorno in cui è stata adottata.
2) per i procedimenti di ultima istanza presso la Corte sportiva di Appello a livello territoriale:
il termine per presentare il preannuncio di reclamo, unitamente al contributo, alla eventuale richiesta di copia dei documenti e al contestuale invio alla controparte di copia della dichiarazione di preannuncio di reclamo, è fissato alle ore 24:00 del giorno in cui è stata pubblicata la decisione del Giudice Sportivo;
il termine entro cui deve essere depositato il ricorso presso la segreteria della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale e trasmesso, ad opera del ricorrente, alla controparte è fissato alle ore 11:00 del giorno successivo alla pubblicazione della decisione che si intende impugnare ovvero del giorno stesso della ricezione della copia dei documenti;
il termine entro cui la controparte può ottenere copia dei documenti , ove ne faccia richiesta, è fissato alle ore 16:00 del giorno successivo a quello in cui ha ricevuto la dichiarazione con la quale viene preannunciato il reclamo;
il termine entro cui il Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale fissa l’udienza in camera di consiglio, è fissato a 1 giorno dal deposito del reclamo;
il termine entro cui deve tenersi l’udienza dinanzi alla Corte Sportiva di Appello a livello territoriale è fissato a 2 giorni dal deposito del reclamo;
il termine entro cui il reclamante e gli altri soggetti individuati dal Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale, ai quali è stato comunicato il provvedimento di fissazione, possono fare pervenire ulteriori memorie e documenti è fissato alle ore 12:00 del giorno precedente della data fissata per l’udienza;
al termine dell’udienza che definisce il giudizio viene pubblicato il dispositivo della decisione.
3) Il deposito di ricorsi, del preannuncio di reclamo, del reclamo e controdeduzioni dovrà essere effettuato a mezzo pec o telefax, o essere depositato presso la sede del Comitato Regionale o Delegazione di appartenenza nei termini sopra precisati.
Ove l’atto debba essere comunicato alla controparte, è onere del reclamante la trasmissione nei termini di cui sopra a mezzo pec o telefax.
1.2. COMUNICAZIONI DELLA L.N.D.
Emanato un nuovo Dpcm con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus. Per quanto riguarda lo sport, le disposizioni del Governo sono contenute nel punto C del decreto. Vengono consentiti l’attività dilettantistica e gli allenamenti, purché svolti a porte chiuse e senza la presenza di pubblico. Ciò non vale per i comuni della cosiddetta “zona rossa”, dove le manifestazioni e le attività sono invece sospese. Tutte le misure del nuovo decreto avranno efficacia sino al 3 aprile. Di seguito l’estratto del Dpcm.

c) sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito, nei comuni diversi da quelli di cui all’allegato 1 al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 1° marzo 2020, e successive modificazioni, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d);…
in allegato al presente comunicato il testo completo
FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA
DODICI SUGGERIMENTI DELLA FMSI PER EVITARE LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS NEGLI IMPIANTI SPORTIVI
Si ritiene opportuno richiamare l’attenzione dei Medici sportivi e di tutto il personale parasanitario su alcune semplici, ma fondamentali norme igienico-sanitarie, da considerare da parte delle società e dei custodi degli impianti sportivi sia negli spogliatoi, sia nei locali comuni e nei servizi igienici degli impianti, atte a prevenire la diffusione del coronavirus durante le gare e negli allenamenti.
Tali norme vanno esposte ben visibili a tutti e rispettate non solo dagli atleti, ma anche da accompagnatori, arbitri, allenatori, dirigenti, massaggiatori, spettatori e addetti ai lavori.
1) Non bere dalla stessa bottiglietta/borraccia/bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti (asciugamani, accappatoi, ecc.).
2) Evitare di consumare cibo negli spogliatoi.
3) Riporre oggetti e indumenti personali nelle borse, evitando di lasciarli esposti negli spogliatoi.
4) Buttare subito negli appositi contenitori i fazzolettini di carta o altri materiali usati come cerotti, bende, ecc.
5) Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile: il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi e poi, dopo averle sciacquate accuratamente, vanno asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%
6) Non toccarsi gli occhi, il naso o la bocca con le mani non lavate.
7) Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto -preferibilmente monouso- o con il braccio, ma non con la mano, qualora si tossisca o starnutisca.
8) Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile.
9) Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, docce e servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio.
10) Invitare le persone che manifestano sintomi di infezione respiratoria in atto e/o febbre ad abbandonare immediatamente i locali e avvisare il medico sociale e/o il responsabile medico della federazione oppure chiamare il Numero Verde 1500 del Ministero della Salute operativo 24 ore su 24.
11) Per chi non fosse ancora vaccinato contro l’influenza fare il più rapidamente possibile il vaccino antiinfluenzale, in modo da rendere più semplice la diagnosi e la gestione dei casi sospetti.
12) Informarsi dagli atleti e dal personale societario se ci sono stati eventuali contatti in prima persona o all’interno del proprio ambito familiare con persone rientrate dalla Cina o da altri paesi a rischio o in quarantena. COMUNICATO UFFICIALE
1.3. COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE SICILIA
ASSISTENTI DELL’ARBITRO (EX GUARDALINEE) –
Si invitano le Società ad attenersi a quanto disposto al comma 2) dell’Art. 63 delle N.O.I.F. al fine di evitare l’adozione di provvedimenti disciplinari da parte degli Organi di Giustizia Sportiva.
Art. 63 – N.O.I.F.
Direzione delle gare ufficiali
1. Le gare considerate ufficiali – o, comunque, autorizzate dalle Leghe, dalle Divisioni, dal Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica e dai Comitati – debbono essere dirette da un Arbitro designato dal Competente Organo Tecnico dell’Associazione Italiana Arbitri.
Soltanto per le gare delle categoria giovanili “Esordienti” e “Pulcini” possono essere ammessi ad esercitare la funzione arbitrale i Dirigenti delle Società.
1 Bis. L’Arbitro è tenuto a redigere il rapporto della gara e a provvedere, con esso, alla refertazione di quanto accaduto in occasione della gara dallo stesso diretta, allegando, pure, i rapporti degli altri ufficiali di gara eventualmente designati. Il rapporto di gara, con gli elenchi ed ogni altro allegato, deve essere inviato alla Lega o alla Divisione competente con le modalità previste, anche per via telematica, per il successivo inoltro agli Organi disciplinari.
2. Nelle gare organizzate nell’ambito della Lega Nazionale Dilettanti e del Settore Giovanile e Scolastico, per le quali non sia prevista la designazione dei tre ufficiali di gara, nonché nell’attività ricreativa, le Società sono tenute a porre a disposizione dell’arbitro, per assolvere a tale funzione, un calciatore, di età non inferiore a quella stabilita per partecipare alla gara, o un tecnico tesserato ovvero un dirigente che risulti regolarmente in carica. La funzione di assistente dell’arbitro è considerata, ai fini regolamentari e disciplinari, come partecipazione alla gara e, pertanto, è preclusa ai calciatori e ai dirigenti colpiti da provvedimenti di squalifica o di inibizione.
3. Nelle gare di cui al comma 2, un calciatore iscritto nell’elenco ufficiale di gara, che svolga le funzioni di assistente di parte, può nella stessa gara partecipare come calciatore. Nelle medesime gare, un calciatore iscritto nell’elenco ufficiale di gara e già partecipante alle stesse può, successivamente, svolgere le funzioni di assistente.
4. Nelle gare di cui al comma 2, gli assistenti di parte non possono essere sostituiti da ufficiali di gara all’uopo reperiti.
5. Qualora nel corso di una gara un Assistente di parte venisse espulso dal recinto di giuoco o, comunque, abbandonasse la propria funzione, il Dirigente Accompagnatore Ufficiale dovrà indicare il nominativo di un altro tesserato in possesso dei requisiti di cui al comma 2, il quale svolgerà tale funzione nel proseguo della gara.
ATTIVAZIONE NUOVI INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)
In considerazione di quanto previsto dal comma 2. dell’Art. 53 del Nuovo Codice di Giustizia Sportiva pubblicato dalla F.I.G.C. il 17 giugno 2019 – che andrà in vigore dall’1 luglio 2020, così come previsto dall’art. 142 dello stesso Codice di Giustizia Sportiva “Disposizioni transitorie”:
“Le società, all’atto della affiliazione o del rinnovo della stessa, comunicano l’indirizzo di posta elettronica certificata eletto per le comunicazioni. Tale comunicazione è condizione per l’affiliazione. In caso di modifica dell’indirizzo di posta elettronica certificata, la società è tenuta a darne comunicazione alla Federazione”
si invitano le Società a dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e ad inserire l’indirizzo nella propria “Area Riservata” nella sezione “dati societari” e successivamente su “dati anagrafici”.
Come più volte pubblicato, si coglie l’occasione per ricordare che questo Comitato Regionale si è adeguato all’innovativo servizio di recapito elettronico della corrispondenza, ed ha dotato gli Uffici di uno specifico indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).
Tale servizio sarà fornito anche, in maniera totalmente gratuita, a tutte le Società affiliate che aderiranno. La posta elettronica certificata permetterà un’apprezzabile riduzione dei costi per la corrispondenza e consentirà alle Società ed al Comitato Regionale di comunicare, in maniera certificata e pertanto con la valenza legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno, con tutti i possessori di tale servizio (PEC).
Pertanto il modulo per richiedere il proprio indirizzo PEC (scaricabile dal sito sicilia.lnd.it cliccando su NEWS – Aggiornamento Posta Elettronica Certificata – Modulo Richiesta) dovrà essere compilato a cura del legale rappresentante delle associazioni affiliate ed inviato, allegando la fotocopia del proprio documento di identità in un unico file in pdf, alla seguente E-mail: pietroantonio.bevilacqua@gmail.com del Dott. Pietroantonio Bevilacqua.
Le Società già in possesso di una casella PEC devono, invece, inserire l’indirizzo PEC nella propria “Area Riservata” nella Sezione “Dati Societari” e successivamente su “Dati anagrafici”.
REGISTRO NAZIONALE SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE
Sanatoria CN n. 1655 del 17.12.2019
E’ stata introdotta la possibilità di stampare le pregresse certificazioni di riconoscimento ai fini sportivi, relative agli anni 2018 e 2019. In ogni caso si ricorda che il CONI – ai sensi dell’art. 7 comma 2 del D.L. n. 136 del 28 maggio 2004 – trasmette annualmente al M.E.F. – Agenzia delle Entrate – l’elenco delle associazioni e società riconosciute ai fini sportivi per le agevolazioni ed i benefici fiscali previsti.
STAMPA CARTELLINI PER TESSERATI PROVENIENTI DA FIGC
Si comunica che, al fine di soddisfare le esigenze delle Società tese ad ottenere il cartellino di riconoscimento per gli atleti dilettanti e di settore giovanile il cui tesseramento sia stato operato dal competente Ufficio della F.I.G.C., è stata aggiunta nel portale web delle Società (menù del tesseramento dilettanti e di settore giovanile) la funzione di “Stampa/Ristampa Cartellino”.
La nuova funzione crea una pratica di richiesta di stampa cartellino, del costo di 3 euro, che deve essere poi dematerializzata a cura della Società, e validata dal Comitato/Dipartimento / Divisione pertinente prima che il cartellino vada in stampa.
DIRITTO DI ACCESSO ALLE MANIFESTAZIONI CALCISTICHE
Continuano a pervenire a questo C.R. segnalazioni da parte del C.R. Arbitri Sicilia in relazione a problematiche riscontrate da associati A.I.A. in occasione dell’accesso ai campi sportivi durante le gare; si invitano le Società, pertanto, a prendere nota di quanto previsto dall’art. 70 delle N.O.I.F.:
Diritto di accesso alle manifestazioni calcistiche
1.I Dirigenti ed i Titolari di incarichi federali componenti di organi a carattere nazionale, i dirigenti benemeriti della F.I.G.C., gli arbitri che abbiano conseguito la qualifica di “internazionale”, nonché i Presidenti dei Comitati Regionali, muniti della tessera vidimata per la stagione in corso, HANNO DIRITTO A LIBERO ACCESSO in Tribuna d’onore in tutti i campi sportivi in cui si svolgono manifestazioni calcistiche.
2.I Dirigenti ed i Titolari di incarichi federali componenti di ogni altro organo federale, gli arbitri benemeriti, effettivi e fuori quadro a disposizione dell’Associazione Italiana Arbitri, muniti della tessera vidimata per la stagione in corso, HANNO DIRITTO A LIBERO INGRESSO IN TUTTI I CAMPI SPORTIVI IN CUI SI SVOLGONO MANIFESTAZIONI CALCISTICHE con accesso a posti di Tribuna non numerata od a posti corrispondenti, nei limiti e con le modalità stabilite dal Presidente della F.I.G.C..
Si ribadisce, quindi, a tutte le Società, che deve essere consentito l’accesso gratuito agli stadi, in occasione delle gare interne ufficiali ed amichevoli, a tutti i possessori della tessera rilasciata dalla F.I.G.C. in corso di validità, al fine di evitare eventuali sanzioni.
CERTIFICATI MEDICI
In riferimento a quanto pubblicato sul C.U. n. 1 del 3 Luglio 2019 – Seconda parte – capoverso 1.1.59. TUTELA MEDICO SPORTIVA – C.U. N. 2 della L.N.D. del 1° Luglio 2019 -, si invitano le Società a volere inviare copia delle certificazioni mediche a questo C.R. entro e non oltre il termine del 31 Gennaio 2020, alla seguente e-mail:
sicilia.certificati@lnd.it
CERTIFICAZIONE DI IDONEITA’ ALL’ATTIVITA’ SPORTIVA AGONISTICA – ELENCO REGIONALE DEI MEDICI SPECIALISTI IN MEDICINA DELLO SPORT –
Le Società partecipanti ai Campionati di calcio organizzati dalla F.I.G.C.-L.N.D. Sicilia, in riferimento alla Legge Regionale del 30.12.2000 n. 36 art. 5c e al Decreto dell’Assessore della Salute della Regione Siciliana dell’11.02.2019 n. 174 art. 4 con il quale viene istituito l’elenco nominativo regionale dei Medici Specialisti in Medicina dello Sport autorizzati al rilascio della certificazione di idoneità all’ attività sportiva agonistica, per i loro tesserati dovranno attenersi alle superiori disposizioni, causa la non validità dei certificati medici rilasciati da medici sportivi non iscritti nell’elenco regionale.
L’elenco viene aggiornato periodicamente alla iscrizione o cancellazione dei medici, a variazioni di sede o di altri dati ivi riportati.
Per controllare i medici sportivi autorizzati bisogna seguire la seguente procedura:
Su Google scrivere: Elenco Medici Sportivi Regione Sicilia compare: Medicina dello sport – Regione Siciliana – Sito Ufficiale – cliccare e compare il link Medicina dello Sport dove viene descritto tutto l’iter.
In basso si trova il PDF ELENCO MEDICI DELLO SPORT – cliccare e compare l’elenco completo dei Medici Sportivi autorizzati.
COLORE DELLE MAGLIE DI GIUOCO
Si informano le Società che per la corrente stagione sportiva ,2019/2020, la divisa ufficiale degli Arbitri è di colore giallo fosforescente.
Si invitano le Società a collaborare, affinché la maglia di giuoco dei propri calciatori non sia di colore confondibile.
SPOGLIATOI
Si invitano le Società ospitanti a vigilare affinché gli Spogliatoi vengano messi a disposizione delle Società ospitate almeno 1 ora prima dell’inizio della gara, per consentire un adeguato “riscaldamento” degli atleti e, qualora, sullo stesso campo vengano disputate più gare, adoperarsi affinché fra una gara e l’altra gli stessi vengano lasciati liberi per tempo per consentire anche la pulizia degli stessi.
Ai sensi dell’Art. 31 punto 4) lettera B) comma b) del Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti, gli “Spogliatoi” devono essere, in ogni caso, decorosi, convenientemente attrezzati ed adeguatamente protetti.
REVISIONE DELLE OMOLOGAZIONI DEGLI IMPIANTI
Si comunica alle Società affiliate che è in fase di attivazione il programma di revisione delle omologazioni dei campi la cui ultima idoneità sia stata rilasciata anteriormente alla data del 30 giugno 2016.
Si invita, pertanto, a prestare la massima collaborazione ai Fiduciari Provinciali Campi, provvedendo, tra l’altro, in tempo utile e nei giorni fissati per i sopralluoghi di rito, alla segnatura del rettangolo di giuoco.
Nel richiamare integralmente la normativa federale, si raccomanda, in particolare, il rispetto:
• della misura minima della fascia del campo per destinazione a contorno del rettangolo di giuoco (ml. 1,50 per i campi in terra battuta per il C11 e di ml. 1,00 per i campi di C5);
• dell’altezza libera della recinzione interna di ml. 2,20 (altezza minima) al netto dell’eventuale cordolo di supporto;
• delle recinzioni interne che devono essere conformi alla normativa relativa vigente ed essere prive di squarci;
• delle esatte misure delle porte (ml. 7,32 x ml 2,44 per il C11 e ml. 3,00 x ml. 2,00 per il C5) per le quali non è prevista alcuna tolleranza;
• della planarità e della conformità alle norme federali della superficie del rettangolo di giuoco;
• delle zone destinate ai giocatori locali ed a quelli ospiti, all’interno degli spogliatoi;
• della necessaria separazione delle aree destinate al pubblico da quelle circostanti l’area spogliatoi.
Si ricorda, inoltre, che gli spogliatoi rappresentano il biglietto da visita della Società ospitante. Pertanto, a prescindere dal fatto che deve essere assolutamente assicurata la piena funzionalità delle docce e dei servizi igienici (wc e lavabi ricadenti all’interno di ogni singolo spogliatoio), si esige che vengano rispettati sia il decoro che i requisiti di assoluta igienicità degli stessi (apparecchiature sanitarie e pavimenti puliti, senza incrostazioni calcaree ed altro, pareti dei servizi ed intonaci in perfetto stato, assolutamente privi di muffe in genere).
Si fa rilevare che quanto riportato nei punti di cui sopra è essenziale per il rilascio dell’attestato di omologazione ai fini federali dell’impianto.
LEGGE REGIONALE 16.05.1978 n.8 (Potenziamento attività sportive isolane) E REGISTRO NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE – REGISTRO 2.0 –
Con riferimento alla Legge Regionale 16.05.1978 n.8 rammentiamo alle società che per il riconoscimento dei contributi previsti dalla legge n.8 è condizione indispensabile l’iscrizione al Registro CONI, obbligatoria per legge. Al fine della stampa del “riconoscimento ai fini sportivi” vogliate inviare i documenti necessari al CONI seguendo le istruzioni che troverete sulla News “Adempimenti connessi al registro CONI 2.0” presente sul nostro sito sicilia.lnd.it (senza www).
INDIRIZZI E NUMERI UTILI
Gli indirizzi ed i numeri utili delle Società affiliate potranno essere reperiti sui siti sicilia.lnd.it oppure www.lnd.it accedendo all’“Area Società” per mezzo della propria “ID” e “Password”, optando per la voce “Dati Societari” e scegliendo successivamente nel menu a tendina, ”Interrogazioni/Società”. Questa funzione mostra l’elenco filtrabile per Denominazione, Comune, Provincia delle società LND con i relativi riferimenti (indirizzo, telefono, fax).
CIRCOLARI E COMUNICATI UFFICIALI L.N.D./F.I.G.C.
Si invitano le Società a prendere visione delle Circolari ed i Comunicati Ufficiali diramati dalla L.N.D./F.I.G.C. che sono consultabili sul sito www.lnd.it
MODIFICHE REGOLAMENTARI “CARTE FEDERALI”
Poiché sono intervenute numerose variazioni attinenti, soprattutto, le norme dello Statuto Federale, delle N.O.I.F., del Codice di Giustizia Sportiva, del Settore Tecnico, etc…le Società tutte sono invitate a prenderne atto e conoscenza consultando, oltre i Comunicati Ufficiali di questo C.R., le Carte Federali inserite nel sito della L.N.D., cliccando la voce “Comunicazioni” e, successivamente “CARTE FEDERALI”.
RICHIESTE COMMISSARI DI CAMPO
Si informano le Società che le richieste di Commissari di Campo vanno inoltrate a questo Comitato entro il martedì antecedente la disputa della partita, con allegata la ricevuta del Bonifico di Euro 100,00 comprensivo di ogni diritto. Qualora la Società presenta un saldo a credito può chiedere che detta somma venga addebitata sul proprio Conto
MINUTO DI RACCOGLIMENTO
Si ricorda che la Segreteria Federale ha segnalato che ogni richiesta per l’effettuazione del minuto di raccoglimento deve essere inoltrata alla F.I.G.C. per il tramite di questo Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti.
Tali richieste debbono essere ben motivate e circostanziate (Dirigenti regolarmente tesserati e risultanti agli atti depositati presso il Comitato Regionale Sicilia) e non possono, in ogni caso, essere valutate dagli Ufficiali di Gara.
PROCEDURA “RICARICA PORTAFOGLIO “ISCRIZIONI” E “TESSERAMENTI”
A partire dal 1mo Luglio 2018 le Società sul portale L.N.D. hanno la possibilità di effettuare la ricarica dei “Portafogli iscrizioni e tesseramenti “ tramite POS virtuale, ossia a mezzo:
– carta di credito dei circuiti Visa e Mastercard;
– con il sistema di wallet Masterpass;
– con il bonifico c.d. “MyBank”.
E’ anche disponibile la modalità d’incasso dei MAV “light” ovvero pagabili presso ogni sportello bancario e presso le ricevitorie SISAL ma *non* presso gli sportelli postali.
Il servizio di incassi è gestito tramite i servizi offerti da BNL Banca Nazionale del Lavoro del gruppo BNP Paribas.
Di seguito alcuni chiarimenti in merito.
*1) POS Virtuale*
Il POS Virtuale è lo strumento che permette alla società di operare a mezzo di carta di credito/debito.
Nel caso di utilizzo del POS virtuale, questo opera tramite il re-indirizzamento diretto degli utenti dal nostro portale ai sistemi di BNL dove avviene materialmente la transazione, la LND non conserva in alcun modo informazioni inerenti le carte di credito, ed i conti degli utenti delle Società.
Nel caso l’utente scelga di utilizzare il bonifico “MyBank”, sarà re-indirizzato al proprio home banking per effettuare materialmente la transazione.
MyBank è una soluzione di autorizzazione elettronica che consente ai consumatori di effettuare in modo sicuro pagamenti online e autenticazioni dell’identità digitale usando il servizio di online banking delle propria banca o un’app da smartphone o tablet.
Ad oggi più di 250 Banche e fornitori di servizi di pagamento hanno aderito al circuito MyBank in tutta Europa.
La lista è consultabile alla
pagina web https://www.mybank.eu/it/mybank/banche-e-psp-aderenti/
La peculiarità del bonifico “MyBank” è che non può essere ritirato da chi lo dispone senza l’approvazione del beneficiario.
Sia nel caso di transazione a mezzo carta di credito che di bonifico MyBank, al momento della conferma della transazione da parte del circuito bancario, la disponibilità delle somme sul portafoglio della società è immediata.
*2) MAV Light*
Il MAV è detto “Light” in quanto non viene effettuata da parte della LND la procedura di “presentazione” alla banca esattrice, l’utente/società dopo averlo prodotto in autonomia sul portale, può procedere al pagamento presso ogni sportello bancario, senza limiti di spesa, o presso le ricevitorie SISAL con un limite per la transazione di 1.200,00 euro.
*N.B.* Il MAV Light non può essere pagato agli sportelli postali.
La disponibilità delle somme sul portafoglio varia in funzione del momento e del circuito in cui la società dispone il pagamento.
a – in caso di MAV pagato ad uno sportello bancario le somme verranno accreditate sul conto LND al massimo entro il secondo giorno lavorativo successivo al pagamento;
b – in caso di MAV pagato presso una ricevitoria SISAL la LND riceverà l’accredito mediamente entro il 4° giorno lavorativo successivo al pagamento.
**********
E’ possibile verificare l’elenco delle ricariche richieste/approvate alla voce del menù PORTAFOGLIO PAGAMENTI ATTIVITA’ REGIONALE E PROVINCIALE –>Gestione Ricariche Portafoglio Pagamenti –> Elenco richieste di ricarica portafoglio.
Per verificare lo stato di avanzamento del saldo disponibile è a disposizione l’icona dedicata “SALDO PORTAFOGLI”.
Si ricorda che in caso di insussistenza di fondi, non è consentita la stampa della pratica di tesseramento, pertanto le Società sono invitate a verificare con largo anticipo la loro disponibilità economica al fine di evitare il blocco delle operazioni. Tale disposizione vale anche per tutte le altre procedure (tessera dirigenti, tesseramento tecnici, etc).
In relazione all’avvio della prossima stagione sportiva, si comunica che come anticipato, a partire da lunedì prossimo, 1° luglio 2019, le pratiche di tesseramento di competenza dell’Ufficio Tesseramento Centrale FIGC, ovvero:
– Primo tesseramento di calciatori stranieri minorenni dai 10 anni in su in base ad art.19 FIFA
– Primo tesseramento di calciatori stranieri minorenni dai 10 anni in su in base a Legge
Bilancio 2018
– Trasferimento internazionale di calciatori minorenni dai 10 anni in su
– Primo tesseramento di calciatori stranieri maggiorenni
– Trasferimento internazionale di calciatori maggiorenni
Dovranno essere effettuate dalla società tramite il Portale Servizi Figc, raggiungibile all’indirizzo
https://portaleservizi.figc.it
Le società dilettantistiche che avranno necessità di depositare tali tipologie di pratiche di tesseramento, attivando la funzione “Attiva Utenza” in home page, riceveranno le credenziali di accesso alla piattaforma dedicata, che saranno recapitate all’indirizzo di posta elettronica del legale rappresentante della società.
Per qualunque necessità di chiarimento o supporto tecnico, sarà disponibile un servizio di assistenza al seguente indirizzo:
supportotecnico@figc.it
Con l’occasione vi informiamo inoltre che, come da vostra richiesta, ci siamo attivati per aprire ai vostri Comitati Regionali la Piattaforma di test.
CALCIO A 5 MASCHILE E FEMMINILE
NUOVA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA ATTIVITA’ DI CALCIO A 5
Si informano le società che svolgono Attività di Calcio A 5 che qualsiasi comunicazione e/o Variazione al Programma Gare devono essere inoltrate solo ed esclusivamente alla seguente casella di posta elettronica
sicilia.dr5@lnd.it
1.4. UFFICIO ATTIVITÀ GIOVANILE SUL TERRITORIO
COMUNICAZIONI DELL’UFFICIO DEL COORDINATORE FEDERALE
FASE PRIMAVERILE “TORNEO ESORDIENTI MISTI 9c9 “
COPPA FAIR PLAY “TRINACRIA JUNIOR”
REGOLAMENTO
L’Ufficio del Coordinatore Federale Attività Giovanili della Sicilia e il Comitato Regionale Sicilia FIGC_LND concordano che per la stagione sportiva 2019/2020 la FASE PRIMAVERILE ESORDIENTI MISTI 9c9 venga inserita in un progetto Sperimentale denominato COPPA FAIR PLAY “TRINACRIA JUNIOR”.
Il progetto intende perseguire la più ampia partecipazione di tutte le realtà che svolgono attività nella categoria basandosi sui principi che sostengono il settore giovanile. Resta inteso che nel corso di svolgimento dell’attività non sono ammessi comportamenti e atteggiamenti non consoni all’attività sportiva, respingendo forme di comportamento negativo e di non rispetto delle norme che regolano l’attività giovanile e di base.
Scopo dell’attività è di coinvolgere le società in un programma di confronto esclusivo per le Scuole di Calcio Élite, Riconosciute e Centri Calcistici di Base del territorio, per cui le graduatorie che verranno stilate saranno utilizzate esclusivamente per determinare le società che saranno coinvolte nelle fasi successive previste a livello provinciale e regionale, ma non hanno lo scopo di stilare graduatorie di merito tecnico e/o meritocratico.
Scopo del torneo successivo alla fase primaverile è quello di sviluppare confronti tra squadre di pari livello evitando confronti eccessivamente sbilanciati.
Tutte le società partecipanti saranno quindi coinvolte in un torneo e continueranno a seguire il programma di attività previste, partecipando ai concentramenti “Esordienti” organizzati in contemporanea nel territorio, la cui attività si concluderà in tutta la regione nel mese di giugno.
CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE:
È possibile partecipare all’attività con il gruppo Esordienti di età mista 2007-2008). Le società che, per motivi oggettivi non hanno un numero sufficiente di tesserati nati nel 2007 e nel 2008, possono inserire in distinta anche i nati nel 2009 che hanno compiuto 10 anni.
All’attività possono partecipare anche giovani calciatrici nate nell’anno 2006, purché in regola con la prevista deroga rilasciata dal Settore Giovanile e Scolastico.
Possono partecipare al Torneo giovani calciatori e giovani calciatrici regolarmente tesserati FIGC con la propria società per la stagione in corso. Trattandosi di attività ufficiale i prestiti non sono consentiti.
ELENCHI GIOCATORI:
Nella Distinta da presentare al Dirigente Arbitro prima della gara saranno indicati fino a un massimo di 18 calciatori (in considerazione delle modalità di svolgimento della partita è auspicabile la partecipazione di almeno 14 giovani atleti)
IDENTIFICAZIONE DEI CALCIATORI:
I Tecnici, i Dirigenti o gli eventuali Arbitri, che arbitreranno le gare, prima di dare inizio ad ogni concentramento o alle manifestazioni previste, dovranno controllare che i dati dei documenti di identificazione corrispondano a quelli trascritti nell’elenco di gara, come previsto dall’Art. 71 delle N.O.I.F. “Identificazione dei calciatori”.
GIUSTIZIA SPORTIVA:
La Giustizia sportiva sarà amministrata durante la fase provinciale/regionale dal Giudice Sportivo Territoriale.
• L’eventuale espulsione di un calciatore nel corso di una qualsiasi gara comporta la squalifica automatica per una gara;
• L’eventuale espulsione del portiere nel corso di una qualsiasi gara non comporta la squalifica automatica, in deroga a quanto previsto dall’articolo 19 comma 10 del CGS;
• I calciatori che incorrono in due ammonizioni saranno squalificati per una gara.
La violazione di quanto previsto dall’art. 4 “Sostituzione dei calciatori”, determinerà l’applicazione della punizione sportiva della perdita della gara.
ARBITRAGGIO DELLE GARE:
Le partite potranno essere arbitrate da Dirigenti-Arbitro opportunamente formati attraverso Corsi allo scopo organizzati, Tecnici o Dirigenti regolarmente tesserati dalla F.I.G.C., messi a disposizione dalle Società partecipanti o Arbitri delle competenti sezioni AIA. In ogni caso i rapporti gara con allegate le distinte dei giocatori dovranno essere trasmesse alle Delegazioni Provinciali FIGC-LND di competenza, nei termini previsti per la necessaria visione del giudice sportivo.
SALUTI
Sia all’inizio che al termine di ogni incontro i dirigenti ed i tecnici dovranno sollecitare i partecipanti alla gara a salutarsi fra loro stringendosi la mano, schierandosi a centrocampo insieme all’arbitro o al dirigente/arbitro.
TERZO TEMPO
Il Settore Giovanile incentiva la realizzazione del Terzo Tempo – Fair Play da parte delle Società.
Al termine delle gare, è quindi auspicabile un momento conviviale in cui le società e i genitori metteranno a disposizione dei partecipanti una merenda da condividere tra loro, allargando l’invito ai Tecnici ed ai dirigenti presenti.
REGOLAMENTO TECNICO DI GIOCO
ART. 1 – IL CAMPO DI GIOCO
Le dimensioni del terreno di gioco saranno comprese tra i seguenti valori:
Lunghezza: misure minime 60 mt. misure massime 70 mt.
Larghezza: misure minime 40 mt. misure massime 50 mt.
La dimensione dell’Area di Rigore è delle seguenti valori: Lunghezza: 13 mt. Larghezza: 30 mt.
A seconda delle necessità, il campo di gioco potrà essere tracciato anche utilizzando i seguenti riferimenti sul campo di calcio a 11 regolamentare:
a) Orientando il campo da un limite dell’area rigore al limite dell’area di rigore della metà campo opposta;
b) Orientando il campo trasversalmente al campo da calcio regolamentare, da una linea laterale del campo alla linea laterale del lato opposto. In tal caso è possibile utilizzare una sola metà del campo a 11.
Le dimensioni delle porte saranno comprese tra i seguenti valori: 5-6 x 1,80-2 metri.
ART. 2 – PALLONE
Il pallone utilizzato per le gare è convenzionalmente identificato con il numero “4”.
ART. 3 – MODALITÀ DI SVOLGIMENTO E DURATA DELLE GARE
Laddove possibile, lo sviluppo dell’attività prevede l’organizzazione di incontri a cui partecipano di norma 4 o 5 squadre (concentramento). Ad ogni concentramento le squadre si confronteranno in Gare 9 vs 9 ed in un gioco di abilità tecnica (Shootout in continuità) (Vedi Regolamento Gioco Tecnico).
Ogni gara è suddivisa in 3 tempi della durata di 15’ ciascuno (nel caso di 2 gare giocate nella stessa giornata), oppure in 3 tempi da 10’, in caso di 3 gare.
Nelle gare sarà applicato il fuorigioco, coincidente con la linea del limite dell’area di rigore.
La regola relativa al ‘retropassaggio al Portiere’ verrà applicata integralmente, come previsto nel Regolamento del Giuoco del Calcio, per cui il portiere, ad esempio, non può raccogliere la palla con le mani a seguito di un passaggio effettuato con i piedi da un compagno di squadra.
La Rimessa dal fondo dovrà essere effettuata con palla a terra all’interno dell’area di rigore. È concesso il rinvio del portiere.
ART. 4 – SOSTITUZIONE DEI GIOCATORI
Tutti i calciatori in distinta dovranno giocare almeno un tempo dei primi due; pertanto al termine del primo tempo dovranno essere effettuate obbligatoriamente tutte le sostituzioni e i nuovi entrati non potranno più essere sostituiti fino al termine del secondo tempo tranne che per validi motivi di salute; mentre durante il gioco sarà possibile sostituire coloro che hanno già preso parte al primo tempo per intero; nel terzo tempo, quindi, potranno essere effettuate sostituzioni liberamente, purché a gioco fermo.
ART. 5 – PUNTEGGI E CLASSIFICHE
In linea con i principi pedagogici che sostengono la formulazione delle graduatorie, di seguito si indicano i parametri che verranno considerati per la formulazione delle graduatorie stesse.
La “GRADUATORIA DI MERITO/CLASSIFICA” finale sarà data dalla somma dei punteggi relativi alla classifica tecnica e dei bonus.
A) ATTRIBUZIONE PUNTEGGIO “GARA”
Il risultato della “GARA” nasce dalla somma dei risultati dei tre tempi: quindi ogni tempo non costituisce gara a sé, ma “mini-gara”. Per le diverse combinazioni del risultato finale, si prenda ad esempio la tabella esemplificativa riportata qui di seguito:
Combinazione risultati Punteggio GARA
Pareggio in tutti e tre i tempi della gara: risultato finale 3 – 3
Due tempi in pareggio ed un tempo vinto da una delle due squadre: 3 – 2
Un tempo in pareggio e due tempi vinti da una delle due squadre: 3 – 1
Vittoria della stessa squadra in tutti e tre i tempi: 3 – 0
Una vittoria a testa ed un pareggio nei tre tempi: 2 – 2
Due vittorie di una squadra ed una vittoria dell’altra nei tre tempi: 2 – 1
B) ATTRIBUZIONE PUNTEGGIO “ABILITA’ TECNICHE”
Alla squadra che risulterà vincitrice nella sfida di “ABILITÀ TECNICA”, gli “Shoot-out”, verrà assegnato un punto da aggiungere al risultato della “GARA” per la squadra che ha vinto, oppure un punto per ciascuna squadra in caso di parità.
C) ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO “RETI”
Alla squadra che segnerà complessivamente il maggior numero di reti nei tre tempi di gioco verrà assegnato un punto (un punto ciascuno in caso di numero di reti in parità).
ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO INCONTRO
Il risultato complessivo dell’“INCONTRO” è determinato dalla somma dei risultati dei tempi di gioco (A), del gioco di Abilità Tecnica (B) e dall’attribuzione del punteggio “Reti” (C), determinando il RISULTATO FINALE, a seguito del quale, in ogni incontro vengono assegnati i seguenti punti: 3 punti in caso di vittoria 1 punto in caso di parità 0 punti in caso di sconfitta.
Al termine degli incontri verrà determinata la graduatoria finale, che assegnerà i seguenti punti validi per la graduatoria generale da utilizzare per determinare i successivi gironi validi per l’attribuzione delle società che parteciperanno alla fase interprovinciale e/o regionale:
1^ classificata punti 10
2^ classificata punti 8
3^ classificata punti 5
4^ classificata punti 3
5^ classificata punti 3
Nel caso in cui due o più squadre terminino il girone ed i relativi incontri con lo stesso numero di punti, verranno considerati i criteri in ordine elencati:
1. Esito degli incontri diretti (risultato dei 3 tempi di gioco)
2. Esito delle sfide agli “Shoot Out” negli incontri diretti
3. Maggior numero di reti riferito esclusivamente ai tre tempi di gioco
4. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “BONUS”
5. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “FAIR PLAY”
6. Sorteggio
ESEMPIO DI ATTRIBUZIONE DELL’INCONTRO
Nell’ipotesi in cui le società Alfa e Beta hanno terminato il loro incontro nella maniera seguente:
Società I^ TEMPO II^ TEMPO III^ TEMPO RETI COMPLESSIVE SHOOT-OUT
ALFA 2 0 1 3 12
BETA 0 3 1 4 8
Il risultato della gara sarà il seguente:
Società Risultato dei 3 tempi Punteggio “Reti” Shoot-Out RISULTATO FINALE
ALFA 2 0 1 3
BETA 2 1 0 3
Alle due squadre verrà attribuito un 1 ciascuno nella Graduatoria Finale.
ATTRIBUZIONE PUNTEGGIO “BONUS”
Per il punteggio “BONUS” valgono i seguenti parametri che aggiunti ai punti ottenuti a seguito dei risultati del raggruppamento, andranno a contribuire alla determinazione della “Graduatoria di Merito” per l’accesso alle successive fasi previste.
PUNTEGGIO “BONUS” PUNTI
Squadra Esordienti con almeno 16 giocatori in distinta gara
2 per ciascuna gara
Squadra Esordienti con almeno 14 giocatori in distinta gara
1 per ciascuna gara
Partecipazione al raggruppamento di almeno 2 bambine (farà fede il referto arbitrale sottoscritto dai dirigenti delle società coinvolte in ciascun incontro, utilizzate secondo quanto previsto dal regolamento)
1 per ciascuna gara
Partecipazione all’Attività Ufficiale FIGC in tutte le categorie dell’Attività di Base (Primi Calci – Piccoli Amici – Pulcini – Esordienti
1
VALUTAZIONE FAIR PLAY
Al fine di promuovere i valori che contraddistinguono l’evento, la gara verrà valutata anche in merito alla condotta FAIR PLAY dal Comitato Organizzatore e dagli Arbitri.
L’obiettivo è quello di favorire lo spirito sportivo tra i giocatori, i responsabili delle squadre e lo staff organizzativo, di contrastare i cattivi comportamenti ma anche di incoraggiare e valorizzare quelli buoni.
Al fischio finale di ciascuna partita l’arbitro compilerà il form di valutazione della gara.
Eccezionalmente, il Comitato Organizzatore si riserva il diritto di premiare o punire i comportamenti delle squadre con 1 o 2 ulteriori punti bonus, o, in caso di comportamenti significativamente negativi, proporre l’esclusione dall’attività.
GRADUATORIA DI MERITO
Per determinare la formulazione dei gironi per le fasi successive (COPPA FAIR PLAY -TRINACRIA JUNIOR), le squadre di ogni raggruppamento verranno inserite in una graduatoria generale che tiene in considerazione i punti guadagnati nel proprio raggruppamento a seconda della posizione in classifica (10, 8, 5 oppure 3), dei punti “BONUS” previsti e dei punti Fair Play (1 o 2)guadagnati dalle società attraverso comportamenti virtuosi.
Le squadre saranno quindi ridistribuite secondo la posizione dellagraduatoria di merito e accederanno alla fase successiva, che prevederà con lo stesso regolamento, lo svolgimento delle feste finali provinciali per ogni livello.
Punti Classifica Punti Bonus Punti Fair Play
Società Posizione nel Concentramento Partecipazione alle gare Partecipazione Calciatrici Partecipazione a Tornei PA/PC/Pu/Es Totale
ALFA 1° – Punti 10 4 0 1 0 15
DELTA 2° – Punti 8 4 3 1 0 16
BETA 3° – Punti 5 8 0 1 0 14
YPSILON 4° – Punti 3 8 2 1 1 15
GAMMA 5°. Punti 3 8 1 1 1 14
Durante la Fase Provinciale, nel caso in cui due o più squadre abbiano lo stesso numero di punti nella graduatoria di merito determinata dalla partecipazione alle giornate del Torneo, verranno considerati i criteri in ordine elencati:
1. Numero di punti ottenuti nel raggruppamento in rapporto al numero di gare giocate
2. Esito delle sfide agli “Shoot Out”, in rapporto al numero di confronti disputati
3. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “BONUS”
4. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “FAIR PLAY”
5. Sorteggio
REGOLAMENTO GIOCO DI ABILITA’ TECNICA
“SHOOTOUT”: 1:1 “SHOOTOUT”: 1:1 in continuità
NORME REGOLAMENTARI
1. Il Gioco di Abilità Tecnica è una sfida agli “ShootOut”: sfida 1:1 tra giocatore e portiere delle due squadre che si confrontano.
2. L’obiettivo è quello di favorire l’apprendimento della tecnica, in particolare nel tiro in porta e nel dribbling (1:1).
3. Ciascuna squadra ha il tempo limite di 3 minuti per realizzare il maggior numero di goal possibili utilizzando i calciatori che partecipano alla gara, secondo quanto meglio specificato successivamente.
4. Il calciatore che svolge il ruolo di attaccante parte con la palla al piede da una distanza di mt. 20 dalla porta ed ha il tempo massimo di 8” per terminare l’azione. La partenza del primo giocatore viene determinata dal fischio dell’arbitro. La partenza del secondo giocatore e dei successivi è vincolata al ritorno del calciatore precedente. Le azioni si svolgono in continuità per la durata di 3’. Il calciatore che deve effettuare l’azione potrà partire solo quando il suo compagno, rientrando in fila, supera la linea di partenza a 20 mt dalla porta. Il calciatore che effettua l’azione, prima di rientrare in fila deve recuperare la palla. Se realizza il goal o se il tiro viene parato, recupera la stessa palla con cui ha giocato. Se il tiro termina fuori o lontano dalla porta il giocatore può recuperare uno dei palloni posizionati dietro la linea di fondo.
5. Il portiere deve posizionarsi sulla linea della porta e può muoversi in avanti quando parte l’azione dell’attaccante (quindi potrebbe non coincidere con il fischio dell’arbitro). In ciascuna fase devono essere utilizzati 2 portieri che si alternano dopo ogni azione di gioco (un’azione ciascuno) Nel caso una società non abbia un secondo portiere il ruolo deve essere ricoperto da un giocatore
6. Nel caso di respinta o deviazione del portiere (la palla dopo il contatto modifica la traiettoria), palo o traversa l’azione deve considerarsi conclusa e non sarà possibile colpire ancora il pallone per una seconda conclusione.
7. In caso di fallo involontario del portiere (a insindacabile giudizio dell’Arbitro o Dirigente Arbitro) il tiro di rigore sarà recuperato al termine dei 3 minuti.
8. In caso di fallo volontario del portiere (l’azione sarà ritenuta conclusa con esito positivo e verrà attribuita una rete alla squadra in attacco.
9. Gli “Shootout” verranno effettuati da tutti i calciatori partecipanti alla gara, tenendo conto degli obblighi fissati dal regolamento tecnico delle gare in merito alle sostituzioni.
Di seguito il dettaglio relativo alla procedura:
a. prima dell’inizio del primo tempo della gara verranno effettuati gli shootout dai 4 portieri (2 per squadra) che effettueranno una sessione con 4 tiri consecutivi (2 tiri per ciascun portiere) da parte di ciascuna squadra.
b. A seguire verranno eseguiti contemporaneamente gli “Shootout” per squadra, coinvolgendo gli 8 calciatori che devono prendere parte al primo tempo, per una durata complessiva di 3 minuti.
c. prima del secondo tempo verranno effettuati gli “Shootout” coinvolgendo gli 8 calciatori che devono prendere parte al secondo tempo, per una durata complessiva di 3 minuti.
Di seguito si indicano alcune norme che regolano l’effettuazione degli “Shootout”:
– nell’azione di dribbling, qualora il portiere in uscita tocchi la palla senza modificare la direzione rispetto alla traiettoria determinata dall’attaccante, l’azione dovrà essere giudicata “regolare” permettendo al giocatore di riprendere la palla per concludere l’azione (es. se viene fatto un tunnel al portiere, seppur riesca a toccare la palla, l’azione di superamento del portiere deve essere considerata valida ed il giocatore può riprendere la palla per continuare l’azione)
– nell’azione di dribbling (tentativo di superare l’avversario guidando la palla), qualora il portiere in uscita riesca a deviare la palla in modo evidente facendogli cambiare direzione rispetto alla traiettoria determinata dall’attaccante, l’azione si ritiene terminata;
– qualora nel corso dell’azione si riscontri un fallo di gioco, le soluzioni da adottare sono di due tipi:
• se il fallo è di gioco ed involontario, il tecnico che controlla le azioni dovrà prenderne nota per far ripetere l’azione al termine dei 3’
• se il fallo è intenzionale, l’azione dovrà essere registrata come goal realizzato e l’azione verrà valutata come condotta antisportiva che verrà considerata con una penalizzazione nella Graduatoria Fair Play
– durante gli “Shootout” i giocatori che non partecipano al gioco devono posizionarsi dietro la porta dove tirano i propri compagni per recuperare i palloni terminati fuori o lontano dalla porta.
I palloni recuperati devono essere posizionati a terra, dietro la linea di fondo, e non devono essere lanciati in campo.
Al termine degli “Shootout” verrà considerata la somma dei goal realizzati nelle due fasi (primo e secondo tempo). La squadra che avrà totalizzato il maggior numero di goal risulterà vincitrice. La squadra risultata vincitrice guadagnerà un punto da aggiungere al risultato dell’incontro (come se fosse un quarto tempo di gioco). In caso di parità, come per i tempi di gioco, verrà assegnato un punto a ciascuna squadra.
REGOLAMENTO GRADUATORIA FAIR PLAY
CRITERI DI VALUTAZIONE
Da parte degli arbitri la valutazione del comportamento delle squadre durante le partite viene effettuata tenendo conto di:
– Comportamenti di Fair Play premiati dall’Arbitro con il Cartellino Verde (“Green Card”)
– Atteggiamenti sanzionati dall’arbitro
– Atteggiamenti nelle aree tecniche (anche se non sanzionati dall’arbitro)
– Atteggiamenti fuori dal campo prima, durante e dopo la gara
1) Premiazione di comportamenti di Fair Play significativi riportati dall’arbitro (es. non finalizzare una sicura occasione da goal per permettere di soccorrere un avversario infortunato, etc.):
Green Card: +1 punto per ciascun cartellino verde (con motivazione da riportare chiaramente nel referto dell’arbitro)
2) Sanzioni per non conformità con le regole del gioco (riportate dell’arbitro):
• Ammonizioni: -1 punto per ciascun cartellino giallo
• Espulsioni: -2 punti per ciascun cartellino rosso
3) Sanzioni applicate per comportamenti nelle aree tecniche (anche se non sanzionati dall’arbitro):
a. Continuo vociare o urlare: – 5 punti
b. Proteste nei confronti dell’arbitro: – 5 punti
c. Mancato rispetto del protocollo prima, durante e dopo la partita (p.e. non stringere le mani
della squadra avversaria): – 5 punti
d. Atteggiamenti violenti (verbali o fisici): – 5 punti
e. Lasciare l’area tecnica sporca: – 5 punti
4) Premiazione di comportamenti di Fair Play significativi riportati dall’arbitro prima, durante e dopo la gara (es. accoglienza della squadra avversaria, condivisione della procedura di ingresso in campo, organizzazione/partecipazione a “terzo tempo Fair Play”.):
+ 1 punto complessivo per l’atteggiamento positivo riscontrato
VALUTAZIONE FINALE
Il Comitato Organizzatore potrà, a suo insindacabile giudizio, premiare con ulteriori 1 o 2 punti le società che si distingueranno per comportamenti virtuosi all’interno del rettangolo di gioco (calciatori, tecnici, dirigenti) e nelle aree riservate al pubblico.
La valutazione finale di ogni squadra verrà calcolata sommando i punti assegnati da arbitri e Comitato Organizzatore, nel corso delle gare del concentramento.
I punti attribuiti per i comportamenti FAIR PLAY potranno essere determinanti per la definizione della graduatoria finale.
L’Ufficio del Coordinatore si riserva di invitare alle feste finali della COPPA FAIR PLAY “TRINACRIA JUNIOR” una o più società che si sono particolarmente distinte nell’ambito del Fair Play.
MODALITA’ DI SVOLGIMENTO E DURATA DELLE GARE
Lo sviluppo delle attività, prevede, ove possibile, l’organizzazione di incontri a cui partecipano di norma 4/5 squadre (Concentramento).
In ogni concentramento le squadre si confronteranno in gare 9c9 (tre tempi di gioco da 15 minuti ciascuno e in un gioco di abilità tecnica).
Il Comitato organizzatore si riserva, nell’ipotesi di svolgimento di più gare in una stessa giornata di ridurre o il numero di tempi o la durata degli stessi ( tre tempi da 12 minuti ciascuno o due tempi da 15’ )
FORMULA DEL TORNEO
PRIMA FASE:
Si cercherà compatibilmente con le adesioni al torneo, di formare 4 gironi da 4/5 squadre.
SECONDA FASE:
Al termine della prima fase, in ogni delegazione, in base alla classifica finale di ogni girone, le squadre partecipanti verranno suddivise in ulteriori 4 gruppi:
• GRUPPO BAGGIO: Verranno inserite le squadre Prime classificate di ogni girone
• GRUPPO TOTTI: Verranno inserite le squadre Seconde classificate di ogni girone
• GRUPPO DEL PIERO: Verranno inserite le squadre Terze classificate di ogni girone
• GRUPPO BUFFON: Verranno inserite le squadre Quarte/Quinte classificate di ogni girone
TERZA FASE:
Si svolgeranno tre feste Interprovinciali tra le prime classificate (Una per ogni gruppo)
QUARTA FASE:
Feste regionali per tutti i raggruppamenti.
1.5. COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE
1.5.1. ORARI DI RICEVIMENTO UFFICI DELEGAZIONE
Si comunicano, di seguito, gli orari di ricevimento degli uffici della Delegazione di Enna:
Lunedì 09:30-13:00 14:00-15:30
Martedì 09:00-14:00 chiusura
Mercoledì 09:30-13:00 14:30-16:00
Giovedì 09:30-13:00 14.30-16.00
Venerdì 09:00-13:00 14.00-15.30
Sabato Chiusura
1.5.2. VARIAZIONI PROGRAMMA DI GARA
COMUNICAZIONE IMPORTANTE
Allo scopo di assicurare al Campionato le massime garanzie di regolarità, si ricorda alle Società affiliate l’opportunità di sottostare, nel comune interesse, ad alcune inderogabili disposizioni.
E’ indispensabile ricordare che una qualsiasi richiesta di spostamento di campo o di orario di gara comporta una serie di operazioni in sede organizzativa, non ultima la necessità di verificare la disponibilità degli Arbitri designati dall’Organo Tecnico.
Si ribadisce pertanto che, per motivi di carattere organizzativo, a garanzia della regolarità dei Campionati e nell’opportunità di salvaguardare il rispetto di tutte le persone che operano nell’ambiente a titolo di puro volontariato, è indispensabile che tali richieste vengano assolutamente limitate.
Si comunica, pertanto, che non si concederanno variazioni di campo o di data, se non per giustificati motivi documentati. Solo in casi eccezionali, ad insindacabile giudizio di questa Delegazione, potranno essere concesse variazioni di gare, a condizione che le richieste vengano formulate a mezzo fax (0935/37157) o e-mail (del.enna@lnd.it) alla Segreteria della Delegazione Provinciale con notevole anticipo rispetto alla data prevista in calendario.
A tal proposito, si specifica che le richieste inviate per il tramite dei Comuni dovranno necessariamente avere il numero di protocollo, che da questo momento in poi verrà inserito nel comunicato ufficiale a garanzia e tutela di tutte le parti coinvolte nel provvedimento.
Si invitano, altresì, le Società a non telefonare, per le suindicate motivazioni, ai CELLULARI PERSONALI o inviare messaggi ai SOCIAL NETWORK (FACEBOOK, WHATSAPP, ecc.) dei Componenti o dell’impiegato della Delegazione Provinciale fuori dagli orari della segreteria riportati in altra parte di questo comunicato.
SI AVVISANO LE SOCIETA’ CHE QUALSIASI RICHIESTA DI VARIAZIONE GARA IN CALENDARIO NON CONFORME ALLE PREDETTE DIRETTIVE, O COMUNQUE INTEMPESTIVA, VERRA’ RESPINTA.
GITE SCOLASTICHE
Si ricorda alle gentili Società che, in caso di rinvii di gare richiesti per la gite scolastiche, sarà necessario inviare opportuna dichiarazione da parte del Dirigente Scolastico attestante l’effettiva partecipazione dei propri tesserati alle suddette. Le richieste prive della succitata documentazione non potranno essere prese in considerazione.
CAMPIONATO UNDER 17
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Villarosa Calcio – Polisportiva Nicosia del 07.03.2020, per accordo tra le due società, è anticipata al 06.03.2020 alle ore 16:00.
CAMPIONATO UNDER 15
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Barrese – Next Level Altorendimento del 05.03.2020 è rinviata a data da destinarsi.
CAMPIONATO UNDER 17 C5
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara G.E.A.R. Sport – Real Enna del 05.03.2020 è rinviata a data da destinarsi.
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Progetto Enna 04 – Città di Leonforte del 05.03.2020 è rinviata a data da destinarsi.
CAMPIONATO ESORDIENTI A 9
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Atletico Raddusa – Valguarnerese del 09.03.2020, per accordo tra le due società, è rinviata all’11.03.2020 alle ore 17:30.
CAMPIONATO ESORDIENTI C5
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Città di Leonforte – Argyrium sq. B del 06.03.2020, per accordo tra le due società, è rinviata al 27.03.2020 alle ore 15:30.
CAMPIONATO PULCINI C5
MODIFICHE DATE, CAMPI, ORARI, ETC:
La gara Armerina – Lagoreal 1981 del 10.03.2020, per accordo tra le due società, è rinviata al 13.03.2020 alle ore 17:30.
1.5.3. ATTIVITÀ DI BASE
CAMPIONATI DELEGAZIONE DI ENNA STAGIONE SPORTIVA 2019/2020
CAMPIONATO SCADENZA ISCRIZIONE COSTO €
ESORDIENTI A 9 FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 60
PULCINI A 7:7 FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 60
PRIMI CALCI FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 0
PICCOLI AMICI FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 0
CAMPIONATI C5 DELEGAZIONE DI ENNA STAGIONE SPORTIVA 2019/2020
CAMPIONATO SCADENZA ISCRIZIONE COSTO €
ESORDIENTI CALCIO A 5 FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 60
PULCINI A 5:5 FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 60
PRIMI CALCI FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 0
PICCOLI AMICI FASE PRIMAVERILE 06.03.2020 0
1.5.4. ONERI DI TESSERAMENTO GIOVANI CALCIATORI
Di seguito si pubblicano gli oneri di tesseramento e le fasce d’età per la partecipazione alle attività del Settore Giovanile e Scolastico nella stagione sportiva 2019/2020.
CATEGORIE ANNI DI NASCITA TIPOLOGIA/ CARTELLINO COSTO (€)
Piccoli Amici 2013 – 2014
(5 anni compiuti) CERTIFICATO ASSICURATIVO ONLINE 9.83
Primi calci 2011 – 2012
(6 anni compiuti nati 2013) CERTIFICATO ASSICURATIVO ONLINE 9.83
Pulcini Misti 2009 – 2010
(8 anni compiuti nati nel 2011) TESSERAMENTO
ONLINE 19.52
Esordienti Misti 2007 – 2008
(10 anni compiuti nati nel 2009) TESSERAMENTO ONLINE 19.52
Under 15 2005 – 2006
(max 5 giocatori nati 2007 12 compiuti in distinta) TESSERAMENTO ONLINE 19.52
Under 17 2003 – 2004
(14 anni compiuti) TESSERAMENTO ONLINE 19.52
1.5.5. TESSERE DIRIGENTI E/O CALCIATORI
Di seguito si elencano le società che hanno in giacenza, presso i locali della Delegazione di Enna, tessere dirigenti e/o calciatori.
SOCIETA’ DIRIGENTE CALCIATORE DL CALCIATORE SGS
GAGLIANO N. 3 N. 17
CRISAS ASSORO N. 2 N. 2
BRANCIFORTI N. 2
POLISPORTIVA NICOSIA N. 2
TROINA N. 3
CITTA’ DI LEONFORTE N. 1 N. 1
NEXT LEVEL ALTORENDIMENTO N. 2
LEONFORTESE N. 1
LAGOREAL 1981 N. 1
DON BOSCO 2000 N. 3
BARRESE N. 1
G.E.A.R. SPORT N. 2
AGIRA N. 1
ENNA CALCIO N. 1

Visite: 17