Enna Press

Testata giornalistica Online

A scuola con la mascherina – di Gabriella Grasso

A scuola con la mascherina
Il 14 settembre la scuola ricomincerà sicuramente. Così il Cts ha decretato il 19 agosto. La scuola che fu la prima a chiudere sarà l’ultima a riaprire, ma certamente riaprirà con obbligo di mascherina qualora non si possa garantire il distanziamento fisico con ipotesi di distanziamento sociale in ogni caso. Se non si potranno duplicare gli spazi si dimezzeranno gli alunni. Sappiamo tutti che la scuola è un’opportunità per chi ha già buone opportunità e dunque invitiamo gli altri: i disagiati economici, i lentucci nell’apprendere, i figli dei giornatari, i pluribocciati, i disabili a fare altro e inutile aspettare la selezione successiva alla scuola dell’obbligo. Il dibattito generazionale si risolverebbe più facilmente, i vecchi comanderebbero giovani masse di ignoranti, che consumerebbero molto ma non conterebbero nulla e economicamente e politicamente. E se i banchetti monoposto a rotelle non arrivassero potremmo sempre commissionarli agli esclusi, a costo zero verrebbero montati dai migranti e omologati dai loro figli così darebbero un contributo in cambio dell’aria che impunemente si ostinano a respirare. Ogni reietto produrrebbe un banco per il futuro padrone, abituandosi fin da piccolo alla dialettica dominante tutto sarebbe più facile e meno ipocrita e ci si abituerebbe subito a politici che paragonano le scuole in lager per un like in più.

Visite: 178

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *