Enna Press

Testata giornalistica Online

Vicenda ex dipendenti Ato Ennaeuno: Il Cda della SRR continua nel suo percorso per le nuove assunzioni

Entro di aprile, oltre il 60 per cento dei 58 lavoratori ex Ato Ennaeuno licenziati nei giorni scorsi dai curatori fallimentari, potrebbero essere nuovamente ricollocati a lavoro. Infatti dopo i primi 14 già assunti nelle scorse settimane tra SRR e dalle aziende e società municipalizzate che operano nei diversi comuni, lunedì scorso il Cda della SRR, composto dai sindaci il presidente Antonio Licciardo primo cittadino di Assoro ed i componenti i colleghi di Leonforte e Catenanuova Carmelo Barbera e Carmelo Scravaglieri ha deliberato per la pubblicazione per i prossimi giorni dei bandi per la manifestazione di interesse per l’assunzione di altre 13 unità. Le assunzioni riguarderanno 8 nel comune di Troina, per la precisione 7 operativi e 1 autista, altri 2 operativi a Pietraperzia e 3 amministrativi presso la struttura di controllo della SRR. Significa che entro la fine di aprile 27 su 58 complessivi ex dipendenti di Ennauno tornerebbero a lavoro. Rimane tutta l’incertezza per i restanti 21 anche se però rispetto al nulla che c’è stato per oltre 2 anni quando di fatto erano stati abbandonati da tutti, c’è un minimo di ottimismo a volere portare avanti un percorso che con non poche difficoltà entro 2 anni dovrebbe trovare una soluzione per tutti. Tra l’altro c’è da dire che per i prossimi 24 mesi questi lavoratori potranno godere del beneficio dell’ammortizzatore sociale della Naspi. “I numeri dicono che a breve dopo i primi 14 anche altri 13 lavoratori ritorneranno a lavoro – commenta Licciardo – e sono fiducioso anche per il prosieguo di questo tortuoso percorso. Infatti altri lavoratori potranno ritornare in attività in funzione dei protocolli d’intesa che andremo a stipulare con diversi comuni della SRR. Confido nel senso di responsabilità dei miei colleghi sindaci.

Visite: 23